Italia, buona la prima. Le dichiarazioni del dopopartita

Gli azzurri sfoderano una buona prova e portano a casa i primi tre punti.

di Ivano Sorrentino 17 giugno 2013 17:21

Serviva un inizio positivo e la nostra nazionale non ha deluso. Gli azzurri del commissario tecnico Cesare Prandelli sono scesi in campo con il piglio giusto e, sfoderando una prova di carattere, hanno avuto ragione di un Messico forse troppo sopravvalutato alla vigilia. Nella splendida cornice dello storico stadio Maracanà la nostra nazionale inizia subito bene mettendo in difficoltà i centroamericani sopratutto con le conclusioni dal limite di Balotelli dimostratosi molto attivo sin dai primi minuti di gioco. I centroamericani dopo aver subito l’offensiva azzurra nel primo quarto d’ora si svegliano e vanno vicino al gol colpendo un incrocio dei pali. Pochi minuti dopo Pirlo porta in vantaggio gli azzurri con una magistrale punizione, Italia che però viene raggiunta nel secondo tempo con un rigore trasformato da Hernandez. Bisogna così aspettare il 33’esimo minuto del secondo tempo con Balotelli che ci regala il gol vittoria.

Nel dopopartita tutti gli azzurri sono molto felici a cominciare dal capitano Gigi Buffon: “Abbiamo dimostrato che negli appuntamenti che contano ci siamo sempre, questa vittoria deve essere un punto di partenza importante in vista delle altre gare. per noi è fondamentale arrivare nelle prime quattro squadre di questa competizione”. A sorridere è anche Mario Balotelli: “Dopo il gol ho eslutato togliendomi la maglia e sono stato ammonito e sgridato da Prandelli, non conoscevo la regola che dice che dopo due ammonizioni scatta la squalifica, starò attento per la prossima”.

Ovviamente è soddisfatto anche lo stesso Prandelli che elogia gli autori dei due gol: “Pirlo ha segnato il giorno della sua centesima presenza in nazionale deliziando i tifosi brasiliani, sono felicissimo per lui. Me la sono presa con Balotelli perchè ha rimediato un ammonizione assolutamente evitabile ma sono contento della sua prova. Ora sotto con il Giappone, Zaccheroni ci avrà sicuramente preparato qualche trappola tattica”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti