Vucinic suona la carica: “Vendichiamoci!”

Il giocatore montenegrino Mirko Vucinic prova a caricare la sua squadra in vista della finale contro il Napoli.

di Ivano Sorrentino 9 Agosto 2012 20:11

Nonostante lo scudetto conquistato nella scorsa stagione la Juventus non ha senza dubbio digerito la brutta sconfitta rimediata in finale di Coppa Italia contro il Napoli di Walter Mazzarri. I bianconeri infatti in quell’occasione furono sovrastati dal grande agonismo dei partenopei che riuscirono a portare la partita a casa vincendola con il risultato di 2-0. Diversi mesi sono passati da quella finale e ora la Juventus ha la possibilità di vendicarsi affrontando nuovamente i partenopei in quella che è un’altra finale per un importante trofeo, la Supercoppa Italiana.

La vigilia sembra già essere molto concitata e molti giocatori da una parte e dall’altra non hanno perso occasione per caricare l’ambiente in vista dell’importante sfida. L’ultimo in ordine cronologico è stato l’attaccante montenegrino della Juventus Mirko Vucinic che ha sottolineato la grande importanza che riveste il match:“Abbiamo ancora molta fame, vogliamo vendicarci per la sconfitta nella finale di Coppa Italia e dedicare la vittoria a Conte. Lui è sereno, lo vediamo come sempre, vicino alla squadra e concentratissimo sulla partita”.

Proprio il tecnico Antonio Conte sarà il grande assente del match, ma questo sembra essere un motivo per dare il massimo per i calciatori della Juventus. Vucinic inoltre dedica qualche dichiarazione anche al suo stato di forma attuale, descrivendo la sua grandissima voglia di rivalsa dopo qualche prova in chiaroscuro nella passata stagione:”Abbiamo lavorato tantissimo in ritiro e sono convinto che i frutti del nostro lavoro si vedranno presto. Per quanto mi riguarda negli ultimi giorni ho corso davvero un casino, proprio per cercare la forma fisica migliore. Sono consapevole che quest’anno il nostro reparto offensivo è ancora più completo e quindi dovrò sudarmi il mio spazio se voglio partire come titolare. Sfide del genere non mi spaventano affatto, anzi sono caricato e convinto che la squadra possa riconfermarsi su livelli alti e, perchè no, migliorare quanto di buono fatto nell’ultima annata”.

Commenti