Serie B, attaccante del Sassuolo positivo all’antidoping

Nel sangue di Leonardo Pavoletti è stata rilevata la presenza di tracce del farmaco Tuaminoeptano.

di Antonio Ferraro 15 Gennaio 2013 15:30

Brutta tegola per il Sassuolo: l’attaccante Leonardo Pavoletti è stato trovato positivo al Tuaminoeptano, decongestionale nasale il cui utilizzo nell’attività sportiva è considerato doping.

A rendere nota la notizia è stato il CONI attraverso un comunicato apparso sul sito ufficiale. In particolare, le tracce del farmaco proibito sono state rilevate a seguito del controllo antidoping a cui il calciatore è stato sottoposto in occasione di Livorno-Sassuolo, match disputato il 26 dicembre scorso.

Il Tribunale Nazionale Antidoping ha sospeso in via cautelare l’atleta, accogliendo l’istanza presentata dall’Ufficio di Procura Antidoping.

Pavoletti, centravanti livornese classe 1988, ha iniziato la sua carriera al Viareggio, per poi vestire le maglie di Pavia, Juve Stabia, Casale, Lanciano. La scorsa estate è approdato al Sassuolo, dove, nel campionato in corso, ha già segnato sette reti.

Commenti