Serie A, nuovo scandalo scommesse: coinvolta anche la Camorra

di Gianni Monaco 23 Settembre 2011 14:34

Trema di nuovo il mondo del calcio. Appena qualche settimana fa l’Atalanta è stata penalizzata per i comportamenti illeciti di alcuni suoi tesserati. Stavolta, però, lo scandalo sembra avere proporzioni ben maggiori. La Procura di Napoli sta indagando su 150 partite di campionato. Alcune di esse sono tra squadre di Serie A. Le gare coinvolte sono state disputate negli ultimi due campionati.

Gli inquirenti sono partiti dai flussi anomali che hanno riguardato gli incontri. Cosa vuol dire? Quando le giocate su un certo risultato sono abnormi rispetto alla media, può darsi che qualcuno abbia cercato di condizionarlo. Già, ma chi? I magistrati del capoluogo campano ritengono che a influenzare l’andamento delle partite sia stata la camorra, bisognosa di riciclare denaro sporco.

Otto le persone arrestate oggi dai Carabinieri. Tra i fermati ci sono anche Maurizio Lopez, dirigente nazionale dell’ufficio quote e rischi di Intralot (un bookmaker) e Antonio De Simone, direttore ufficio commerciale Intralot. Si annunciano altri mesi di passione per il nostro calcio? Pare proprio di sì. Se a questa vicenda si sommano le annunciate dichiarazioni choc di Luciano Moggi, che deporrà sempre a Napoli, si capisce bene come la situazione sia incandescente.

Commenti