Roma: idea Schelotto

L'esterno italo argentino potrebbe arrivare nella capitale nel ruolo di esterno destro di difesa. Di Benedetto dovrà prima soddisfare le richieste del club bergamasco, e non sono richieste da poco.

di Ernesto Vanacore 12 Novembre 2011 17:36

E’ sempre stato considerato una promessa del calcio e adesso si può dire che sta emergendo come uno degli esterni più in forma del nostro campionato. Matias Ezequiel Schelotto, classe ’89, è nato in Argentina ed è cresciuto calcisticamente nel Velez  Sarsfield e nel Banfield.
Possessore del passaporto italiano per via del nonno, il Cesena è il primo club ad acquistarlo nel 2008. Successivamente passerà all’Atalanta dove, dopo aver girato di nuovo Cesena e Catania, è tornato quest’anno.

Il suo ruolo è quello di esterno alto ma ha dimostrato di adattarsi alla perfezione come terzino destro o come esterno basso di un 3-4-3. Per le sue doti fisiche impressionanti e per la sua buona tecnica è stato spesso paragonato a Mauro German Camoranesi, campione del mondo 2006.

Le sue caratteristiche lo rendono l’esterno ideale per il gioco di Luis Enrique, che ha chiesto alla dirigenza di poterlo avere in rosa almeno a giugno del 2012. Infatti la sua capacità di sovrapporsi all’azione e lanciarsi in avanti lo rende molto pericoloso in fase offensiva, e questo è proprio quello che vuole il mister della Roma.

Di Benedetto ci sta pensando e il costo di almeno 10 milioni non dovrebbe essere insormontabile per le casse giallorosse, che in caso favorevole potranno contare dell’apporto del giocatore già a gennaio.

Commenti