Inter: Schelotto è vicinissimo ma prima bisogna cedere

La trattativa per l'italo-argentino ha trovato come unico ostacolo le richieste economiche dell'Atalanta, che non è disposta a fare sconti per il calciatore.

di Ernesto Vanacore 9 Gennaio 2013 11:39

L’unico acquisto fin qui operato nel mercato di riparazione è stato quello di Tommaso Rocchi, ex capitano della Lazio, chiamato alla corte di Stramaccioni in qualità di vice Milito. Proprio il tecnico dell’Inter ha richiesto diversi rinforzi in vari ruoli, dando ovviamente le sue priorità.

L’obiettivo numero uno, il cui nome si trova da tempo sulla scrivania del patron Moratti, è Matias Ezequiel Schelotto, centrocampista di fascia italo-argentino che sta facendo davvero bene con la maglia dell’Atalanta già da diversi anni. Le sue doti atletiche gli hanno consentito di affermarsi all’interno del nostro campionato, tanto da entrare nel giro della Nazionale di Cesare Prandelli a 22 anni.

La volontà di Schelotto di trasferirsi ad Appiano Gentile c’è: lui stesso lo ha confessato già da tempo e ha messo il club nerazzurro come unica opzione una volta lasciata Bergamo. Tra oggi è domani è anche previsto un incontro tra il club milanese e il procuratore del calciatore per trattare le cifre dell’ingaggio, mentre le trattativa con l’Atalanta non sembrano essere di così facile fattura.

L’ultima offerta, che prevedeva 2 milioni di euro e la comproprietà di Livaja, è stata nettamente rifiutata per necessità di far cassa da parte dell’Atalanta. Bisognerà cedere uno tra Alvarez e Jonathan, cos’ da ottenere la liquidità necessaria per l’ultimo scatto verso Schelotto, nella speranza che sia quello decisivo.

Commenti