Mazzarri sicuro: “Non siamo dipendenti da Cavani”

Il napoli si appresta a giocare in Europa League, ecco le impressioni di Mazzarri.

di Ivano Sorrentino 7 novembre 2012 16:35

Un napoli che sta attraversando un periodo sicuramente molto difficile. Dopo l’ottimo inizio di staginoe i partenopei hanno dovuto registrare solamente 4 punti nelle ultime quattro gare. A rendere difficile il momento degli azzurri ci ha pensato anche l’infortunio di Cavani la cui assenza non sembra essere stata coperta al meglio dagli altri attaccanti in rosa. Ill tecnico Walter Mazzarri però non accetta l’idea che la sua squadra sia dipendente dall’attaccante uruguayano e proprio per questo dice che in realtà nelle ultime gare l’assenza del bomber non ha inciso come tutti pensano:”Non lo è, a Bergamo è arrivata la prima sconfitta senza di lui. Abbiamo tanti giocatori col fiuto del goal, penso ad Hamsik, Pandev, e presto vedremo anche Insigne. Possono capitare momenti in cui non c’è lucidità sotto porta, visto che si gioca ogni tre giorni. E col Torino siamo stati anche sfortunati, la gara era in mano nostra“.

La possibilità di riscattarsi però arriva subito per il Napoli che domani dovrà affrontare il Dnipro, una squadra che nel match di andata mise in palese difficoltà gli azzurri. Una partita importante nella quale Mazzarri però tornerà a far giocare Aronica, secondo il tecnico toscano infatti l’errore del difensore contro il torino non deve essere condannato continuamente e proprio per questo Aronica avrà la possibilità di riscattarsi:Totò giocherà sicuramente, e pure Vargas. Contro i granata ad Aronica è capitato un semplice infortunio, come accaduto lo scorso anno a Buffon contro il Lecce, son cose che capitano e poi si va avanti“.

Insomma, Mazzarri spera che il suo Napoli possa battere il Dnipro e cominciare a risalire la china nel girone di Europa League. Tuttavia il tecnico non vuole sentir parlare diperiodo negativo:”Non capisco perchè si dica questo, abbiamo vinto col Chievo, a Bergamo ci abbiamo creduto sempre e loro hanno fatto un tiro e mezzo. Non ho nulla da rimproverare ai miei a livello di volontà e determinazione. Domani dobbiamo essere cattivi e concreti, attenti ad ogni minimo dettaglio“.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti