Mancini è fiducioso: “I giovani ci sono, ora però devono giocare…”

Il c.t. ha parlato anche di Mario Balotelli

di Maria Di Bianco 25 agosto 2018 17:48
Mancini

Roberto Mancini è decisamente fiducioso sul futuro della Nazionale di calcio. Il c.t. ha rilasciato un’interessante intervista a Radio Deejay in cui indica quale dovrà essere nei prossimi mesi la vera svolta per gli azzurri: “Abbiamo elementi con qualità davvero enormi ma è un problema se ci sono sempre meno italiani in campo. Io ho tanta fiducia, non è una frase di circostanza. Nessuno ci crede e proprio questo è il bello. Oggi abbiamo a disposizione molti difensori forti e manchiamo in altri ruoli, un po’ il contrario di ciò che avveniva in passato”.

Mancini non si tira indietro quando si deve parlare di singoli e uno degli argomenti più caldi della sua gestione è destinato ovviamente ad essere Mario Balotelli: “Se l’ho costretto a restare a Nizza? E’ importante che lui giochi. Verratti? Fisicamente non sta bene ma deve recuperare in fretta. Jorginho? Lo scorso anno è stato tra i migliori centrocampisti in Europa, può soltanto migliorare al Chelsea. Bernardeschi? Sta trovando minuti importanti è migliorato in qualità e personalità ed è destinato a fare sempre meglio”.

Una battuta anche su Cristiano Ronaldo: “Beh, forse con lui davanti avrei fatto panchina, o forse avremmo giocato in una posizione diversa…Di certo alza, e di molto, il livello del campionato”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: mancini
Commenti