Ligue 1, è crisi nera per il Psg di Ancelotti

La squadra della capitale è in crisi di gioco e risultati. Il Psg resta in vetta alla classifica, ma il Montpellier - che ha giocato una partita in meno - può andarsene in fuga.

di Gianni Monaco 1 Aprile 2012 11:55

Quando Carlo Ancelotti è diventato l’allenatore del Paris Saint Germain, gli addetti ai lavori hanno smesso di avere dubbi. Il campionato se lo sarebbe aggiudicato il club della capitale. Anche i bookmakers erano dello stesso avviso e di fatti, fino a qualche settimana fa, le quote del Psg erano bassissime.

La verità è che Javier Pastore e compagni, in questa stagione, non hanno mai del tutto convinto. Altro che dominio, la Ligue 1 è un campionato apertissimo e lo è ancora di più da ieri. Il Psg è stato sconfitto 2-1 sul campo del Nancy. Dopo il gol di Traorè, la squadra di Ancelotti ha trovato il pareggio con Sissoko, al 50′. La beffa è giunta al minuto 89, quando Mollo ha siglato la rete decisiva.

Quando mancano 8 partite al termine del campionato, il Psg è ancora in vetta con 60 punti. Ma il Montpellier è appaiato e deve recuperare ancora una gara, col Marsiglia. In corsa per il titolo può tornare anche il Lille, che oggi gioca contro il Tolosa e può andare a -3 punti.

Insomma, per Ancelotti il campionato francese si sta rivelando più difficile del previsto. Un paradosso, per una squadra che può contare su Pastore, Menez, Lugano, Maxwell, Thiago Motta e altri big.

Commenti