La Roma si rialza ed espugna Napoli

di Ivano Sorrentino 18 Dicembre 2011 23:02

Molti tifosi giallorossi avevano già etichettato come insufficiente la Roma del tecnico Luis Enrique, rassegnandosi quindi ad una stagione ricca di sofferenze e mediocrità. Se è vero che una rondine non fa primavera, e dunque non serve la vittoria dei giallorossi sul campo del Napoli per dire che la squadra è effettivamente migliorata, stasera i tifosi della Roma dormiranno certamente sogni più tranquilli. Totti e compagni infatti sono arrivati a Napoli con la ferma volontà di provare a giocarsi la partita e strappare il maggior numero di punti possibili, e alla fine i giallorossi ci sono riusciti, complice anche una buona dose di fortuna.

Sono trascorsi solamente tre minuti infatti quando Lamela viene imbeccato sul lato corto sinistro dell’area di rigore, il suo tentativo di cross viene deviato da un difensore partenopeo, ne nasce una traiettoria che beffa un imperfetto De Santis, è 1-0. La partita si mette subito sui binari giusti per gli ospiti, ma è il Napoli ad attaccare con constanza e a creare palle goal, come quella che Hamsik spreca incredibilmente a porta vuota a metà del primo tempo. Il Napoli sembra dunque avere il piglio giusto per recuperare la rete di svantaggio e colpisce anche un palo con Lavezzi, la Roma tuttavia si fa sempre viva in contropiede e si rende pericolosa anch’essa con un ottimo Lamela. Si va a riposo con il risultato di 0-1.

Nella ripresa il canovaccio del match non cambia con i partenopei che gestiscono maggiormente il possesso palla e si fanno vedere in area giallorossa in più occasioni. Al 59’esimo però Osvaldo viene imbeccato da un traversone di Totti e, eludendo l’intervento di Campagnaro, sigla la rete delo 0-2, una vera doccia fredda per il San Paolo. Il Napoli tuttavia non molla e, dopo aver perso Lavezzi per infortunio, trova la rete del 1-2 con Hamsik all’82’esimo minuto. Ma è troppo tardi per una possibile rimonta, anzi i giallorossi approfittano di un contropiede per siglare la rete dell’1-3 con Simplicio, un goal che anche questa volta viene viziato da una deviazione. Finisce con la Roma che espugna il San Paolo ed ottiene la sua terza vittoria esterna stagionale.

Commenti