Inter in Champions? Ecco come potrebbe accadere

Una serie di circostante, non così remote, potrebbero aprire ai nerazzurri l'accesso ai preliminari della Champions League.

di Simona Vitale 29 maggio 2012 18:03

Nessuno lo dice, ma potrebbe accadere. E accanto alla Juventus, campione d’Italia, e al Milan, secondo classificato in Campionato, spunta l’ipotesi che vedrebbe anche l‘Inter in Champions League. Il destino dei nerazzurri sembra infatti essere legato a quello del difensore della Juventus e della Nazionale Leonardo Bonucci, indagato dalla Procura di Cremona per la partita Udinese-Bari del 9 maggio 2010, terminata per 3-3. In quel periodo Bonucci giocava nel Bari. 

Secondo quanto si evince dalla confessione di Andrea Masiello alla Procura di Bari e ripresa dal Gip Salvini di Cremona, Bonucci avrebbe partecipato alla combine dell’incontro sopracitato insieme a Belmonte, Parisi e allo stesso Masiello. Quest’ultimo ha raccontato:

Io girai la proposta ai miei compagni di squadra trovando dei consensi. Parlai con Bonucci, Salvatore Masiello, Belmonte e Parisi. Questi miei compagni già conoscevano Di Tullio. Fino a quel momento non si quantificò il compenso. Arrivati ad Udine, Salvatore Masiello contattò telefonicamente Simone Pepe, giocatore dell’Udinese, chiedendogli “se voleva acquistare una Ferrari”. In quel momento io capii che la risposta era stata negativa, così come mi disse esplicitamente Salvatore Masiello. Per quanto non avessimo raggiunto l’accordo con i calciatori dell’Udinese, almeno per quello che mi era stato riferito, io, Bonucci, Belmonte e Parisi giocammo per raggiungere il risultato a cui mirava Di Tullio agevolando la segnatura di 3 reti. La partita finì infatti 3-3.

Oltre alle responsabilità dei giocatori del Bari, si configura però anche il reato di omessa denuncia commesso da un giocatore dell’Udinese, Pepe, adesso juventino, che segnò il gol del 2-1 al 26° della partita in questione.

Pertanto, poiché l’Uefa si rifiuta di ammettere alle proprie competizioni club coinvolti in casi di scommesse, qualora fosse accertata la combine di Udinese-Bari e sanzionata, si porrebbe il problema della squalifica da infliggere anche a Pepe e all’Udinese.

Per l’Udinese se ne configurerebbe l’esclusione dalla Champions League. Da chi sarebbe sostituita l’Udinese? Sebbene dietro ci siano la Lazio con 62 punti ed il Napoli con 61, l’ipotesi più accreditata è che possa essere proprio l’Inter ad andare in Champions. Questo perché la Lazio ha i suoi guai legati al suo capitano Mauri, arrestato ieri, e ai sospetti riguardanti alcune partite.

Il Napoli vive una situazione analoga a quella dell’Udinese. Vi è infatti la confessione resa alla procura di Napoli da Gianello, portiere di riserva, che ammette la tentata combine in Sampdoria-Napoli 1-0, nell’ultima giornata campionato del 2009-2010, con la proposta illecita fatta a Cannavaro e Grava e da essi rifiutata. Si configurerebbe il reato di tentato illecito per Gianello e di omessa denuncia per Grava e Cannavaro.

Il tutto a vantaggio dell’Inter. Vero è che parliamo di se…se…se…, ma in fondo bisogna solo aspettare per avere un’eventuale, e non certo remota, conferma.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti