Il cartellino rosso più esagerato di tutti (video)

Le irregolarità nel mondo del calcio vengono spesso fraintese per via di errori arbitrali o comunque di interpretazioni delle regole più o meno severe. In questo caso il direttore di gara è stato probabilmente un po' troppo inflessibile.

di Vincenzo Avagnale 5 Novembre 2011 7:37

Il bello dello sport è anche questo: l’imprevedibilità. Per cui poco importa la moviola per l’evidentissimo goal che l’arbitro ha mancato di segnalare oppure il fuori gioco inesistente che ha ribaltato il risultato della partita. Ai tifosi piace anche questa parte dello spettacolo e forse ancora di più le polemiche che ci si fanno dietro. Però questa volta non si tratta di un vero e proprio errore, quanto di un’applicazione un po’ eccessiva del regolamento.

Samuel Inkoom veniva sostituito al 61′ minuto, durante la partita del campionato ucraino fra il Karpaty e la sua squadra: il Dnipro Dnipropetrovsk. Il tecnico decide di sostituire il calciatore con Shakhov, senza che effettivamente la situazione sembrasse così critica da giustificare il cambio, tuttavia Inkoom si allontana un po’ seccato e senza dire una parola. Ma non è arrivato che a pochi metri della panchina quando il direttore di gara, l’ucraino Derevinskyi, lo raggiunge di corsa ed alza il secondo cartellino giallo lasciando a bocca aperta tifosi e squadra.

Non immaginate il motivo di questa decisione dell’arbitro? Ebbene Inkoom, preso dai pensieri dovuti al cambio non previsto, si stava incominciando a togliere la maglia a pochi passi dalla linea oltre la quale avrebbe potuto farlo e l’arbitro non ha esitato neanche un istante ed ha espulso il difensore, che ne è stato talmente sorpreso da non riuscire neanche a protestare quanto avrebbe voluto.

Il punteggio era di 1 a 0 e rimanere a quel punto in 10 non è decisamente una buona notizia per il Dnipro, che rimane infine impossibilitato ad eseguire il cambio. Tuttavia le cose non vanno troppo male ed alla fine la squadra di Inkoom riuscirà a portarsi a casa i 3 punti concludendo la gara con un’altra rete (e quindi portando il risultato 2 a 0).

La posizione dell’arbitro Derevincskyi è regolisticamente parlando inappuntabile ed infatti la società ha preferito non fare reclamo ufficiale, tuttavia tutti pensano che avrebbe potuto evitare di agire in maniera così impietosa, contro un fallo che dopotutto non era decisamente volontario visto che il ghanese era evidentemente imbambolato nei suoi pensieri mentre usciva e toglieva la maglia.

Il cartellino rosso più esagerato di tutti (video)
Tags: arbitro
Commenti