Europa League, il ritorno dei sedicesimi

Il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League minaccia una griglia inaspettata di qualificate. Atletico Madrid, Liverpool e Napoli a rischio KO.

di Antonio Pio Cristino 21 febbraio 2013 10:46

Tre gare che appaiono già decise, stando ai risultati dell’andata; altri sei incontri ‘pesantemente’ indirizzati verso un determinato esito dopo i primi novanta minuti. Infine sette incontri che dovranno dimostrare chi meriterà la promozione agli ottavi di finale dell’Europa League 2012/13. Il menù dei sedicesimi di finale di ritorno della seconda competizione per club europea si presenta dunque ricco di indicazioni, insidie  e possibilità di risultati a sorpresa.

LE GARE IN EQUILIBRIO – In Belgio, i padroni di casa del Genk proveranno a sovvertire i pronostici partendo dall’1-1 acquisito alla ‘Mercedes-Benz Arena’ contro lo Stoccarda. Al ‘De Gerland’ di Lione, i francesi cercheranno di non farsi distrarre da una possibile rimonta in Ligue 1, per recupeare il gap di un goal che li separa dal Tottenham. La marcatura realizzata al ‘White Harte Lane’ all’andata favorirebbe infatti la squadra di Remi Garde in caso di vittoria anche solo per 1-0. Tra Metalist Kharkiv e Newcastle si ripartirà invece dallo 0-0 maturato all’andata al ‘St. James Park’.

Alla Lazio basterebbe lo 0-0 all’Olimpico contro il Borussia Moenglabdach. I biancocelesti infatti avranno il vantaggio di iniziare dal 3-3 racimolato in Germania. Il Bordeaux potrà affidarsi al contropiede nella sfida da disputarsi al ‘Delmas’ contro la Dynamo Kyiv. L’1-1 conquistato all’Arena di Kiev ha infatti messo i francesi in una posizione di vantaggio.

Il Benfica cercherà di difendere il fondamentale 1-0 strappato alla BayArena di Leverkusen contro il Bayer. I portoghesi aspetteranno i tedeschi al ‘Da Luz’, cercando di far fruttare il goal partita di Cardozo realizzato all’andata. Ad Istanbul invece, il Fenerbahce ospiterà il BATE Borisov. Dopo lo 0-0 della gara tenutasi in Bielorussia, i turchi sfrutteranno il fattore campo per assicurarsi la promozione agli ottavi?

IN VANTAGGIO DI DUE GOALS – L’Internazionale contro i rumeni del Cluj, il Basilea in casa del Dnipro e l’Ajax nella tana dello Steaua Bucarest partiranno dal rassicurante 2-0 maturato nelle rispettive gare di andata dei sedicesimi di finale. Allo ‘Stamford Bridge’, il Chelsea avrà dalla sua solo l’1-0 segnato all’andata sul campo dello Sparta Praga, ma dovrebbe bastare agli inglesi vista la netta differenza di forze in campo. Paiono inoltre sulla buona strada le pratiche di qualificazione di Anzhi, che partirà dal 3-1 inflitto all’Hannover una settimana fa, e Zenit San Pietroburgo. La squadra di Luciano Spalletti dovrà resistere al tentativo di rimonta del Liverpool ad ‘Anfield Road’, salvaguardando il 2-0 a proprio favore della sfida disputata in Russia.

QUASI FATTA – Un Napoli disperato proverà l’incredibile rimonta al ‘Města Plzně’ del Viktoria, nonostante il pesante handicap costituito dal clamoroso 0-3 subìto al ‘San Paolo’. Anche i campioni d’Europa League in carica dell’Atletico Madrid avranno un compito gravoso e quasi impossibile: recuperare lo 0-2 incassato al ‘Vicente Calderon’, violando lo stadio del Rubin Kazan. L’ultima gara dei sedicesimi di Europa League dall’esito qualificazione ormai quasi deciso vedrà difronte Olympiakos e Levante. All’andata infatti gli spagnoli si sono imposti 3-0.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti