Colpisce l’arbitro con la bandierina del guardalinee, 3 anni di squalifica

di Ivano Sorrentino 23 Settembre 2011 21:12

Altro episodio di violenza nel calcio amatoriale, questa volta siamo in Toscana e ad essere coinvolta è una società militante in seconda categoria, il Ponte a Greve. Durante la partita di domenica scorsa che il Ponte a Greve ha disputato contro l’Atletico Castello, Simone Benedetti, dirigente della squadra toscana, ha colpito l’arbitro con la bandierina del guardalinee, causandogli dolore al braccio.

Il giudice sportivo oggi ha squalificato il dirigente per 3 anni, ovvero fino al 2015. Nella motivazione della squalifica si legge che “per quattro volte aveva colpito il direttore di gara con la bandierina al braccio destro provocandogli momentaneo dolore. Allontanato con forza da altri tesserati il dirigente amaranto gli aveva inoltre lanciato contro la bandierina, senza raggiungerlo, rivolgendogli anche frasi ingiuriose ed intimidatorie“.

NdR: secondo chiarimenti da fonti dirette apprendiamo che la bandierina con cui il direttore è stato colpito è quella del guardalinee ed ha provocato una contusione al solo braccio, diversamente da come precedentemente appreso.

Commenti