Bundesliga, pareggio nel big match

Bayern-Dortmund finisce 1-1, ne approfitta il Leverkusen. Schalke ed Eintracht rallentano ancora. Dietro sprofonda il Greuther Furth.

di Antonio Pio Cristino 2 dicembre 2012 11:07

Il big match della quindicesima giornata di Bundesliga tra Bayern Monaco, attuale capolista del torneo, e Borussia Dortmund, terza della classe, è terminato con un pareggio. Vincendo contro il Norimberga, il Bayern Leverkusen è riuscito così a rosicchiare due punti alla vetta che ora dista otto lunghezze.

ALL’ALLIANZ ARENA – Nella tana del Bayern Monaco è successo tutto in sette minuti. Prima i bavaresi hanno assaporato l’idea della terza vittoria consecutiva con Tony Kroos al 67′, ma Gotze ha salvato l’orgoglio dei campioni in carica. All’Allianz Arena è andata in scena una lezione di correttezza per l’intero calcio mondiale. L’arbitro Peter Gagelmann infatti non ha dovuto estrarre alcun cartellino per l’intera durata del match.

Il Bayer Leverkusen ha accorciato il divario in classifica dai bavaresi grazie alla quarta vittoria consecutiva ottenuta in casa contro il Norimberga. La rete decisiva dell’incontro l’ha siglata Stefan Kiessling, nuovo capocannoniere del campionato insieme a Robert Lewandoski, Alexander Meier, Mario Mandzukic e Adàm Szalai.

Proprio l’attaccante ventiquattrenne ungherese è stato il mattatore della gara del Magonza contro l’Hannover insieme a Nicolai Muller, autore del primo goal dell’incontro. Szalai ha siglato il definitivo 2-1 all’89’, dopo il momentaneo pareggio di Schulz per gli ospiti.

RALLENTANO ANCORA – FC Schalke 04 ed Eintracht Francoforte hanno rallentato ancora la loro corsa alle spalle delle prime tre della classifica. I biancoblu di Gelsenkirchen hanno ottenuto un misero punto dalla sfida casalinga contro un Borussia Moenglabdach in netta ripresa. Lo Schalke ha rimediato solo all’85’ con Draxler all’iniziale vantaggio ospite di Igor De Camargo. Peggio ha fatto l’Eintracht Francoforte che nell’anticipo del venerdì ha ceduto di schianto al Fortuna Dusseldorf. I ragazzi di Norbert Meier si sono imposti infatti con un rotondo 4-0 casalingo frutto delle reti di Reisinger, Fink, Bellinghausen e Rafael. L’Eintracht ha chiuso l’incontro con un uomo in meno dopo la doppia ammonizione subita da Matmour.

Alla quarta posizione della graduatoria si è avvicinato lo Stoccarda che ha espugnato il campo del nuovo fanalino di coda Furth grazie a Shinji Okazaki, abile a deviare di testa nella rete di Hesl un cross proveniente dalla destra. Qualche secondo prima gli ospiti avevano fallito un calcio di rigore con Ibisevic, mentre nononstante la superiorità numerica per quasi tutta la seconda frazione dovuta all’espulsione di Tasci, il Furth non è riuscito a pareggiare.

In fondo alla classifica, l’Augusta ha raggiunto così proprio i biancoverdi grazie all’1-1 casalingo contro il Friburgo.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti