Alessio chiama i tifosi juventini: “Voglio una bolgia”

L'allenatore chiama a raccolta il pubblico juventino per la gara contro gli inglesi del Chelsea.

di Ivano Sorrentino 19 Novembre 2012 21:38

Quando il gioco si fa duro bisogna ancora di più stringersi intorno alla propria squadra e supportare i propri beniamini aiutandoli a superare le difficoltà. Questo dovranno pensare i sostenitori bianconeri che tra poco dovranno affollare le gradinate del nuovo Juventus Stadium per cercare di spingere la Juventus alla conquista di una qualificazioni agli ottavi di Champions che sembra davvero essere difficile da raggiungere. L’impianto torinese dovrà giocare un ruolo fondamentale per la squadra di Antonio Conte che, tramite il suo vice Alessio, ha chiamato a raccolta la tifoseria: “Ho sentito Conte e vuole che il pubblico bianconero si faccia sentire dal primo al novantesimo. i ragazzi sulle gradinate saranno il nostro dodicesimo uomo in campo e grazie a loro proveremo a strappare la vittoria”.

Alessio tuttavia analizza anche la gara dal punto di vista tecnico:”Arrivamo a questa partita consapevoli che si tratta di una partita da dentro o fuori. Chiaro che la nostra intenzione sia quella di andare avanti nella competizione. Vucinic è ancora un po’ debilitato, speriamo si possa allenare almeno nella giornata di lunedì e vedremo se potrà scendere in campoL’importante sarà avere la voglia di vincere e la grande forza mentale che abbiamo dimostrato di avere in questo anno e mezzo. Speriamo di poter creare molte occasioni da goal e di concretizzarle e di non trovare in Cech, come successo con Marchetti, un portiere insuperabile“.

L’importante è che i giocatori bianconeri scendano in campo con la voglia di chi vuole fare una grande impresa. L’undici titolare però è ancora work in progress, e Alessio risponde solamente ad una domanda relativa ai giocatori che saranno schierati nel reparto offensivo:”Giovinco e Quagliarella secondo noi sono stati i migliori in campo contro la Lazio. La nostra è stata un’ottima partita, allo stesso modo considero la partita di Sebastian. “.

Commenti