Agnelli, contro Abete “Parole decisamente inopportune”

di David Spagnoletto 21 Febbraio 2012 17:10

La Juventus contro la FIGC. Nello specifico, Agnelli contro Abate. Il presidente bianconero non le ha mandate di certo a dire al suo omologo della Federazione:

“Ho trovato l’intervento di Abete quanto meno inopportuno. O il presidente commenta le frasi di tutti gli allenatori tutte le settimane, oppure non lo fa mai. Commentare solo quelle di Conte mi è sembrata una mancanza di stile”.

Sono le parole amare del rampollo di casa Agnelli, Andrea, che non ha gradito le esternazioni di Abete su Calciopoli:

“Si è parlato molto di stile noi abbiamo parlato delle nostre cose e ho notato che, in questi giorni, molti hanno parlato di Juve. E questo non mi sta bene, perché credo che ognuno debba parlare per sé”.

Abete che si era detto “non infastidito, ma triste e abituato a sentir parlare di Calciopoli, una realtà che purtroppo fa parte del mondo del pallone in Italia“, dopo la dichiarazione di Antonio Conte che aveva detto di “guardare indietro” per trovare la causa dei mancati rigori concessi alla Vecchia Signora.

Tempestiva la replica di Abate ad Agnelli:

“Se c’è la volontà strutturale a polemizzare, non è certo la mia. Le mie riflessioni, visto anche il ruolo che ricopro, sono sempre all’insegna del massimo equilibrio e rispetto per i grandi club”.

Commenti