Europa League: Inter, il cuore non basta. La Lazio vola ai quarti

I nerazzurri sfiorano l'impresa col Tottenham. I biancocelesti superano lo Stoccarda grazie a un super Kozak.

di Antonio Ferraro 15 marzo 2013 10:02

Nel ritorno degli ottavi di Europa League sorride solo la Lazio. I biancocelesti superano lo Stoccarda 3-1, accedento ai quarti di finale dopo il 2-0 dell’andata. Non ce la fa, invece, l’Inter: il 4-1 contro Tottenham non basta ai nerazzurri per rimontare lo 0-3 del White Hart Lane e realizzare la grande impresa. I sorteggi dei quarti sono in programma oggi alle 12:40 a Nyon.

INTER, RIMONTA AMARA – C’è mancato davvero poco. A San Siro l’Inter sfiora la grande impresa, mancando per un soffio una qualificazione che avrebbe avuto dell’incredibile. I tempi regolamentari si chiudono sul 3-0, lo stesso risultato dell’andata (Cassano al 20′, Palacio al 52′ e autorete di Gallas al 75′). Al 7′ del primo tempo supplementare, però, Adebayor spezza i sogni di Stramaccioni: Dembélé conclude dal limite, Handanovic para, sul pallone si avventa l’attaccante togolese, che insacca senza difficoltà. Il gol di Alvarez al 110′ riaccende le speranze nerazzurre, ma ormai è troppo tardi: a passare è il Tottenham. Ecco il tabellino della gara:

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Jonathan (Ranocchia, 108′), Juan Jesus, Chivu, Zanetti; Gargano, Kovacic (Benassi, 79′), Cambiasso; Guarin (Alvarez, 71′); Palacio, Cassano. A disp.: Belec, Colombi, Pasa, Belloni. All.: Stramaccioni

Tottenham: (4-4-2): Friedel; Walker, Gallas, Vertonghen, Naughton (Caulker, 104′); Dembele, Parker, Livermore (Lennon, 70′), Sigurdsson; Defoe (Holtby, 56′), Adebayor. A disp.: Lloris, Huddlestone, Assou-Ekotto, Carroll. All.: Villas-Boas

Arbitro: Bebek (Croazia)

Marcatori: Cassano al 20′ e al 75′, Palacio al 52′ (I); Adebayor al 97′ (T); Alvarez al 110′ (I)

Ammoniti: Juan Jesus (I); Livermore, Friedel, Walker e Adebayor (T)

KOKAK FORZA TRE – Un Kozak in forma scintillante regala alla Lazio il successo contro lo Stoccarda, in un Olimpico reso deserto dalla squalifica inflitta dall’Uefa al club di Lotito. Il ceco realizza una tripletta, diventando il bomber principe di coppa dei biancocelesti con 8 reti in 7 partite. La squadra di Petkovic chiude la pratica nei primi otto minuti: prima Kokak trasforma in gol un bell’assist di Radu (6′), poi, due giri di orologio più tardi, trafigge di nuovo Ulreich sfruttando un’imbeccata di Hernanes. Al 62′ i tedeschi accorciano le distanze con un sinistro dal limite di Hajnal. A 3′ dalla fine arriva il terzo sigillo di Kozak (colpo di testa su cross di Candreva). Questo il tabellino della gara:

Lazio (4-4-1-1): Marchetti (Bizzarri, 43′); Pereirinha, Biava, Ciani, Radu; Candreva, Onazi, Hernanes (Ederson, 74′), Lulic; Mauri (Ledesma, 65′); Kozak. A disp.: Crecco, Cataldi, Gonzalez, Floccari. All.: Petkovic

Stoccarda (4-2-3-1): Ulreich; Sakai, Niedermeier, Tasci, Molinaro; Holzhauser, Gentner; Okazaki, Hajnal (Harnik, 74′), Macheda (Traoré, 64′); Ibisevic. A disp.: Ziegler, Felipe Lopes, Hoogland, Rudiger, Kvist. All.: Labbadia

Arbitro: Hagen (Norvegia)

Marcatori: Kozak al 6′, all’8′ e all’87’ (L); Hajnal al 62′ (S)

Ammoniti: Biava (L); Ibisevic e Hajnal (S)

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti