Walter Mazzarri: turnover anche in conferenza stampa

Il tecnico del Napoli sorprende i giornalisti e non si presenta in conferenza alla vigilia della trasferta di Catania.

di Ernesto Vanacore 28 Ottobre 2011 20:21

Lo aveva annunciato Mazzarri a inizio stagione:  “A fronte dei numerosi impegni in pochi giorni che dovremo affrontare quest’anno, avrò bisogno di una rosa competitiva per applicare tanto turn over“.

Nessuno si sarebbe però aspettato che il famigerato turn over riguardasse anche il mister in prima persona. Stamattina infatti il tecnico partenopeo non si è presentato alla consueta conferenza stampa delle 11:30, prevista per ogni vigilia di campionato. Al suo posto, di fronte a una platea di giornalisti allibiti, si è presentato Gokhan Inler. Il centrocampista acquistato dal Napoli nel mercato estivo si è espresso sulla recente vittoria ai danni dell’Udinese, ma anche delle imminenti partite con Catania e Bayern Monaco. Durante l’intervista lo svizzero si è detto molto fiducioso in vista dei prossimi impegni, ma ha ammesso soprattutto le evidenti difficoltà che il Napoli incontra quando gioca senza i titolarissimi. Difficoltà che andranno ad aggiungersi alla grinta che i siciliani metteranno sicuramente in campo domani (n.b. il Napoli di Mazzarri non ha mai vinto al Massimino).

D’altra parte il turn over rappresenta l’unico modo per far riposare i titolari in vista del match di mercoledì contro il Bayern in Champions League. Inler ha riportato le impressioni dello spogliatoio, rassicurando i tifosi e descrivendo un Napoli carico e più che mai pronto a siglare l’ennesimo appuntamento con la storia del calcio partenopeo: “Sappiamo dell’importanza della partita e abbiamo lavorato molto per prepararla” ha detto il giocatore, proseguendo “Il fatto di giocare una partita ogni tre giorni non ci impedisce di guardare con fiducia al nostro obiettivo più importante, vogliamo giocarcela fino all’ultimo minuto“.

Il centrocampista ha infine chiarito i motivi dell’assenza del tecnico: “problemi di salute“. Forse a Napoli già sale la febbre da Champions, ma in vista della partita di Catania potrebbe giocare brutti scherzi.

Commenti