Verona, la Figc condanna Mandorlini a pentirsi

Curioso il provvedimento della Federcalcio nei confronti del tecnico per le dichiarazioni rilasciate prima di Livorno-Hellas.

di Antonio Ferraro 21 dicembre 2012 13:43

È arrivato il provvedimento disciplinare della Figc nei confronti di Andrea Mandorlini per le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Verona il giorno prima di Livorno-Hellas del 20 ottobre scorso (2-0 per i veneti il risultato finale).

Nella conferenza stampa della vigilia del match del Picchi, l’allenatore ravennate aveva pronunciato queste parole: “Sono orgoglioso di essere un nemico del Livorno. Non ce le siamo mai mandate a dire e continueremo a essere così. Fa parte del gioco”. Dichiarazioni per le quali Mandorlini fu deferito dalla Procura Federale.

Mercoledì sul tecnico è calata anche la mannaia della Commissione Disciplinare, che gli ha inflitto una squalifica fino al 31 gennaio 2013 e un’ammenda di 20.000 euro.

Inoltre, a Mandorlini è stata comminata un’altra sanzione, decisamente curiosa: una volta scontata la squalifica, l’allenatore del Verona dovrà dichiarare, nelle interviste pre e post gara delle 7 partite di Serie B successive al periodo di stop, di credere nel rispetto dei valori sportivi.


1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti