Stop alle punizioni perfette: Roberto Carlos si ritira a fine 2012

di Gianni Monaco 30 Gennaio 2012 15:51

Un altro grande campione sta per appendere le scarpette al chiodo. Parliamo di Roberto Carlos. Il brasiliano, classe 1973, attualmente milita nell’Anzhi, il club russo che l’estate scorsa ha preso Samuel Eto’o a suon di milioni di euro. Il contratto di Carlos scade nel giugno 2013, quando avrà 40 anni. Ma il sudamericano vuole sfruttare una clausola che gli consente di lasciare già nel dicembre del 2012. Il difensore lo ha annunciato tramite il quotidiano sportivo spagnolo Marca.

Lunghissima la sua carriera. Carlos si fa notare nel Palmeiras e nel 1995 approda all’Inter. Nonostante le importanti qualità espresse (gran tiro e velocità), la sua avventura in nerazzurro dura appena un anno. Nel 1996 il passaggio al Real Madrid, dove resterà fino al 2007. Coi blancos Roberto Carlos vince praticamente tutto, comprese 3 Champions League e 2 Coppe Intercontinentali. Roberto Carlos ha vinto tutto anche col Brasile. Il successo più importante nel 2002, con la Coppa del Mondo. Prima di approdare all’Anzhi, Roberto Carlos ha giocato anche nel Fenerbahce e nel Corinthians.

Il brasiliano è stato indubbiamente tra i terzini di fascia sinistra più forti del pianeta a cavallo tra la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000. Il suo spettacolare gol alla Francia, nel 1997 (bolide su punizione dai 35 metri), è ormai tra i più celebri della storia del calcio. La traiettoria del pallone è stato persino oggetto di studio da parte degli scienziati.

Stop alle punizioni perfette: Roberto Carlos si ritira a fine 2012
Commenti