Serie A: risultati e le immagini più belle del quarto turno

di Flavio Li Volsi 22 Settembre 2011 8:20

Il quarto turno di campionato, che a giornate giocate è il terzo, ha visto reti su tutti i campi di gioco. In attesa di Roma-Siena che si giocherà stasera, la classifica parziale vede al comando Genoa, Juventus e Udinese tutte a quota 7 punti. Al secondo posto stazionano Fiorentina, Palermo, Napoli e Cagliari. Tra le sorprese in negativo troviamo il Milan, a due punti, e più in basso Inter e Roma ad un punto, i giallorossi comunque con una partita in meno come già detto in precedenza. La delusione maggiore è quella del Cesena che, dopo lo scoppiettante calciomercato estivo, non ha guadagnato nessun punto in tre partite.

NOVARA-INTER 3-1

La partita che manda Gian Piero Gasperini sulla ghigliottina è quella che vede l’Inter cadere sotto i colpi di Rigoni e Meggiorini. Il Novara batte l’Inter per 3-1, che nulla può col gol di Cambiasso che aveva cercato di accorciare le distanze sul 2-0 della compagine novarese.

PALERMO-CAGLIARI 3-2

La prima partita del mercoledì che analizziamo è quella con più gol, in cui i rosanero abbattono il Cagliari con tre reti a due. Il primo gol, favoloso, arriva dopo 20 secondi ed è del nuovo arrivato Eran Zahavi, che spara una fucilata dai 25 metri sul secondo palo interno. Il secondo arriva da Bertolo, che servito da Miccoli la sbatte in rete dall’interno dell’area. Il terzo gol arriva dal precedente assist-man, Miccoli, con una punizione magistrale da posizione defilatissima. I gol del Cagliari vengono messi a segno da Daniele Conti per primo ed il secondo da Nainggolan, con una bellissima incursione.

FIORENTINA-PARMA 3-0

La vittoria più netta della giornata – insieme a quella dei genoani – è senz’altro quella dei gigliati, che ritrovano definitivamente Stevan Jovetic – una doppietta per lui – ed in cui trova spazio nel tabellino marcatori un Alessio Cerci che non si ferma più. Ottimo il ritorno di Juan Manuel Vargas, autore di un assist, e buona la prova di Riccardo Montolivo nonostante le polemiche che lo vedono protagonista da tempo.

JUVENTUS-BOLOGNA 1-1

Una buona Juventus pareggia con i felsinei quando avrebbe potuto meritare di più. Ciononostante, il gol dei bianconeri è molto contestato, essendo stato battuto a sorpresa ed in apparente stato di movimento del pallone. La partita è comunque cambiata definitivamente quando Vucinic – autore del gol bianconero – si fa espellere ingenuamente allo scadere del primo tempo, lasciando i suoi in dieci. Il gol del Bologna verrà segnato nel secondo tempo da Portanova.

GENOA-CATANIA 3-0

Palacio è sicuramente l’uomo più decisivo della giornata, con una doppietta un assist che mandano il Catania al tappeto. Il terzo gol viene messo a segno da Kevin Constant, anche lui vicino alla doppietta avendo colpito un palo.

CHIEVO-NAPOLI 1-0

Il risultato più a sorpresa della giornata – insieme a quello dell’Inter, ma mica tanto – è sicuramente quello di questa partita: un Chievo fino ad oggi anonimo batte un Napoli che fino a questa partita non aveva sbagliato un colpo. Di Moscardelli è il bolide decisivo per le sorti del match.

CESENA-LAZIO 1-2

Edy Reja prende la sua rivincita dopo il subbuglio che lo ha visto protagonista in settimana. Il tecnico infatti avrebbe presentato le dimissioni, respinte poi in blocco dal presidente Lotito e dalla squadra. La partita, inizialmente, si mette male con il gol di Adrian Mutu. I successivi gol di Hernanes – su rigore – e di Miroslav Klose daranno ragione alla Lazio. Il Cesena rimane l’unica squadra del campionato a zero punti.

LECCE-ATALANTA 1-2

German Denis sembra averci preso gusto dopo il gol contro il Palermo della scorsa giornata, e questa volta si esalta con una doppietta personale. A nulla serve il gol di Mesbah, tra l’altro in netta posizione di fuorigioco.

MILAN-UDINESE 1-1

Chi ha segnato per l’Udinese? Non c’è neanche bisogno di dirlo, il solito Totò. Questa volta però non tanto per una delle sue solite prodezze a cui ci ha abituato, ma per una papera di Abbiati che viene beffati da un innocuo cross. Piove sul bagnato per il Milan con l’infortunio di Pato avvenuto in questa partita, ma per fortuna rientra SuperPippo, mentre ci pensa il giovane Stephan El Shaarawy a non lasciare a secco il diavolo con il suo primo gol in maglia rossonera.

Commenti