Rispetto per la Juve

Agnelli e i giocatori bianconeri stigmantizzano il clima d'assedio nato dopo l'errore di Maggiani a Catania. Intanto la società impone il silenzio stampa.

di Antonio Pio Cristino 30 Ottobre 2012 10:14

Ora basta! La Juventus sbatte i pugni ed esige rispetto per una storia, una società e quattordici milioni di tifosi ritrovatisi circondati fin dal fischio finale della gara contro il Catania condizionata dagli errori dell’assistente di linea dell’arbitro Gervasoni, Maggiani. Accuse, illazioni e can can mediatico che non sono andati giù ai vertici societari della Vecchia Signora, con Marotta e lo stesso Andrea Agnelli che hanno riconosciuto gli errori a loro favore, denunciando però la diversa reazione dell’intero ambiente calcio rispetto a situazioni analoghe.

IL PROBLEMA MEDIATICO – Per i tifosi juventini (e forse ormai anche per gli stessi protagonisti bianconeri) è in atto una continua campagna denigratoria ai danni della propria squadra, che parte dai Media finendo per condizionare anche alcuni protagonisti federali. Lo stesso Agnelli ha infatti sottolineato lo sgradevole clima d’assedio che ha finito per coinvolgere il designatore degli arbitri Braschi ‘costretto’ a commentare quanto accaduto a favore della Juventus, mentre situazioni favorevoli ad altri sono passate quasi in sordina. Per non parlare del clima respiratosi al ‘Massimino’ di Catania, prima, durante e dopo la gara, denso di un astio preventivo foraggiato da teorie complottiste e dietrologhe.

IL SONDAGGIO DI PANORAMA.IT – Eppure, stando ad un sondaggio pubblicato da panorama.it e citato dallo stesso massimo dirigente bianconero, la Juventus sarebbe tra le squadre danneggiate da errori arbitrali in questo inizio di stagione poichè, pur mantenendo un saldo attivo a proprio favore, questo lo sarebbe assai meno di quello delle altre due compagini attualmente impegnate nella lotta scudetto, cioè Napoli e Inter.

Proprio la storica rivale neroazzurra è al centro di un’altra riflessione sviluppatasi nel mondo dei tifosi bianconeri dopo le reazioni a loro dire spropositate e provocatorie della società catanese agli errori di Maggiani. Il Catania infatti non averebbe usato tali toni la settimana precedente, quando a San Siro Russo non aveva concesso un rigore netto agli etnei per fallo di Guarin su Gomez. In quel momento si era ancora sull’1-0 per i neroazzurri; la partita finirà poi 2-0.

SILENZIO STAMPA – Intanto Angelo Alessio non parteciperà alla conferenza stampa pre Juventus – Bologna, match valido per il decimo turno infrasettimanale del campionato di serie A. La Juventus infatti ha deciso di annullarla in seguito alle pesanti polemiche scatenatesi dopo la gara di domenica.

Commenti