Occhiolino dopo un gol, ombre su Dinamo-Lione: foto e video

Partita sospetta quella disputata ieri fra Olympique Lione e Dinamo Zagabria, sconfitta in casa per 1-7 dai francesi. I 7 gol rappresentano proprio la differenza reti necessaria al Lione per accedere agli ottavi di finale di Champions League ai danni dell'Ajax, sconfitto dal Real Madrid in casa. Polemiche per un occhioliono fatto dal difensore della Dinamo, Vida, all'attaccante del Lione Gomis, in occasione del 5° gol dei francesi.

di Simona Vitale 8 dicembre 2011 14:45

La dirigenza della Dinamo Zagabria, un’ora dopo la disfatta per 1-7 contro l’Olympique Lione avvenuta nell’ultimo turno della fase a gironi della Champions League, ha esonerato il proprio tecnico Krunoslav Jurcic. Non sappiamo se Jurcic si aspettasse di essere cacciato via dalla squadra, quando Briand metteva a segno il settimo gol per il Lione, battendo il portiere Kelava. Sta di fatto che, ad un’ora dalla terribile sconfitta, Jurcic è stato mandato via. Come dichiarato dal presidente esecutivo Zdravko Mamic: “Devo dire con grande tristezza che questa sconfitta è assai dolorosa per noi, è la più grave nella storia della Dinamo (in Europa). Il consiglio d’amministrazione si è riunito subito dopo la partita e abbiamo deciso di separarci dall’allenatore Krunoslav Jurcic. La decisione è stata presa all’unanimità”.

C’è da dire in effetti che la squadra croata nella massima competizione europea, in sei partite, ha segnato solo 3 gol incassandone 22. Nel corso delle ultime ore sta aleggiando sulla partita l’ombra del sospetto. Pare infatti che  Vida, difensore del Lione, al 5° gol della squadra francese, strizzi l’occhio a Gomis, attaccante del Lione, con tanto di pollice alzato prima di consegnare il pallone alla squadra avversaria, come vediamo nella foto:

Tuttavia, questa partita, non segna solo il destino del tecnico Jurcic. Infatti le autorità francesi di giochi online hanno deciso di aprire un’inchiesta per l’elevato numero di scommesse sulla partita di ieri. Il Lione infatti avrebbe dovuto segnare almeno 7 reti per accedere agli ottavi di finale, in virtù della differenza reti con l’Ajax e sperare che il Real Madrid, sconfiggesse proprio l’Ajax in Olanda, senza subire reti. Cosa che è poi realmente accaduta.

Jean Michel Aulas, presidente dell’Olympique Lione, ha controribattuto:  Aulas non ci sta: “Non capisco perchè tante polemiche. Nel primo tempo avevamo fatto una buona partita; loro, nel secondo, hanno pagato l’espulsione di Leko e noi abbiamo dilagato. All’intervallo ci siamo guardati negli occhi: lì abbiamo capito di poter fare il miracolo”. In merito all’episodio incriminato dell’occhiolino di Vida, invece Aulas aggiunge: Io non ci vedo nulla di strano tra i giocatori c’è sempre complicità. Per noi questa qualificazione è importante: ballano quattro, cinque milioni di euro”. Nonostante ciò, l’Olympique Lione ha rilasciato un comunicato ufficiale inerente all’apertura dell’inchiesta sulle puntate on line sulla partita: “Il Lione ha preso nota delle indagini di verifica chieste dall’Arjel, una procedura che spetta all’organismo per garantire la correttezza del gioco. Il club approva questa azione, ma non accetta che si parli di un risultato sportivo atipico. Manteniamo i commenti sul piano sportivo”.

Di seguito il video che, al minuto 2:40, mostra l’episodio incriminato, destinato sicuramente a creare ulteriori polemiche (NdR: l’UEFA sta operando la rimozione da YouTube di tutti i video della partita per motivi di copyright, quindi il video seguente potrebbe non visualizzarsi).

LEGGI ANCHE: “Perché a pensar male si fa peccato ma, spesso, ci si azzecca. Vero, Platini?”

Occhiolino dopo un gol, ombre su Dinamo-Lione: foto e video

Oltre 1400 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti