Nuovo stadio della Roma, ecco la prima idea

La società giallorossa sta vagliando alcune idee relative al nuovo impianto di proprietà.

di Ivano Sorrentino 9 Gennaio 2013 11:42

Il KO esterno contro il Napoli non ha piegato più di tanto una Roma con lo sguardo già rivolto al futuro. La società capitolina infatti sta lavorando duramente e quotidianamente per far si che il progetto giallorosso cresca sempre di più, sopratutto in prospettiva. Sono molti infatti i progetti nei quali lo staff dirigenziale romanista è impegnato, ma quello più importante sembra essere sicuramente il progetto relativo alla costruzione del nuovo stadio. I giallorossi infatti con ogni probabilità abbandoneranno lo storico impianto dello stadio Olimpico per trasferirsi in un nuovo e futuristico impianto di proprietà, seguendo quindi la decisione della Juventus.

Il presidente giallorosso James Pallotta sta attualmente vagliando una serie di possibilità e di idee per la costruzione del nuovo impianto. Una cosa non certo facile, anche se sembra che il presidente statunitense della Roma abbia già le idee chiare su quello che deve essere il concept di base del nuovo stadio tutto giallorosso:”Lo stadio sono sicuro che sarà il più bello di tutti. Avrà una forma che ricorda il Colosseo e avrà a disposizione circa 60.000 posti. La costruzione del nuovo impianto non va vista solamente come un qualcosa che riguarda solamente la nostra società, ma come un’opportunità per l’intera Città di Roma. Oltre allo stadio infatti ci saranno altre attrattive per i cittadini. Nel nuovo impianto mi piacerebbe vincere come prima cosa lo scudetto, ma l’obiettivo a lungo termine è quello di costruire una squadra che possa seguire il modello del Barcellona“.

Se si pensa al futuro non si può non pensare al nome dell’allenatore che guiderà la Roma nelle prossime stagioni. Attualmente la dirigenza sembra essere contenta dell’operato del boemo Zeman, anche se Pallotta non vuole sbilanciarsi più di tanto in merito:”Prima vediamo quali saranno i risultati di questa stagione, vediamo cosa dirà il campo. Ma in ogni caso non sono io che devo prendere queste decisioni“.

Commenti