La Spagna elimina l’Irlanda, ora c’è la paura biscotto

Per gli spagnoli è tutto facile mentre l'irlanda del Trap va fuori dalla competizione, ora c'è il pericolo "biscotto".

di Ivano Sorrentino 15 giugno 2012 0:15

Il gruppo C chiude la sua seconda giornata con la sfida tra Spagna e Irlanda, una partita che sulla carta sembrava già decisa. In effetti la partenza delle furie rosse è fantastica e al quarto minuto Torres inaugura il tabellino segnando la rete del vantaggio iberico. ancora una volte dunque l’Irlanda parte con il piede sbagliato e dopo pochi minuti di gioco è già costretta a rincorrere l’avversario. I verdi di Trapattoni provano a riorganizzarsi ma la mole di gioco prodotta dalla Spagna e il tasso tecnico dei giallorossi è incredibilmente maggiore. Tuttavia gli uomoni di Del Bosque amministrano tutta la prima frazione senza segnare ulteriori gol, si va così a riposo con il risultato di 1-0.

Nella ripresa però emerge con tutta la sua veemenza il maggior tasso tecnico spagnolo: al 49’esimo le furie rosse raddoppiano grazie a Silva e al 70’esimo riescono anche a segnare la terza rete grazie a Torres che realizza così una doppietta. Ormai l’Irlanda perde totalmente entusiasmo e la Spagna può gestire con facilità il vantaggio rischiando anche di dilagare, e in effetti lo fa: all’83’esimo infatti gli spagnoli raggiungono anche il 4-0 grazie ad una rete di Fabregas, la seconda nel centrocampista nel torneo.

Insomma, la Spagna si dimostra ancora una volta come una delle migliori nazionali del mondo annichilendo totalmente un avversario sicuramente inferiore  dal punto di vista del tasso tecnico ma comunque dotata di grande agonismo. Per la squadra del Trap ormai non c’è più nulla da fare, davvero poco quello che infatti ha dimostrato l’Irlanda fino ad adesso e l’eliminazione è giusta, i verdi però vincono sicuramente per quanto riguarda l’attaccamento dei propri tifosi, il pubblico più numeroso e corretto di questi europei. Ora le nostre speranze sono in mano alla correttezza degli spagnoli, un possibile 2-2 contro la Croazia potrebbe infatti condannarci all’eliminazione anche in caso di vittoria contro l’ormai derelitta Irlanda.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti