Inter, aria di rivoluzione in questo mercato

La società nerazzurra è intenzionata a cedere più che ad acquistare (soprattutto in difesa) ma tutto lascia presagire una vera e propria rivoluzione in rosa.

di Ernesto Vanacore 6 Luglio 2012 11:28

Lo scorso campionato si è concluso al sesto posto, alle spalle di Lazio e Napoli, e così per l’Inter è arrivato il momento di dare una svolta ad un momento negativo che dura dall’addio di Josè Mourinho. Il tecnico portoghese, che ha portato i nerazzurri a vincere il Triplete, è andato via da un pezzo per vincere sulla panchina del Real Madrid, mentre a Milano molti dei suoi calciatori sono rimasti ad Appiano Gentile.

Forse è proprio per la presenza di un gruppo ormai stanco e demotivato la causa delle brutte stagioni seguite alla storica Finale di Madrid.
Con l’aiuto del giovanissimo Stramaccioni in panchina, la dirigenza nerazzurra (presidente Moratti in primis) è ormai pronta ad operare un mercato di rinnovamento e ringiovanimento della rosa.

Le prime operazioni di mercato sono già state concluse, e non si può dire che non siano importanti. In attacco Rodrigo Palacio è arrivato già da tempo dal Genoa, così come Pandev è stato ceduto interamente al Napoli e Cordoba ha concluso il suo contratto senza prospettive di rinnovo.

Altri importantissimi affari conclusi riguardano il reparto difensivo. Il brasiliano Lucio non ha rinnovato il contratto con i nerazzurri così da passare alla Juventus a parametro zero. Il contratto con il club torinese è stato firmato nella giornata di ieri e prevede un biennale con opzione sul terzo anno. Altro brasiliano sul piede di partenza sembra essere Maicon, forse il calciatore più talentuoso nel suo ruolo all’interno della rosa interista. Essendo stato protagonista di una stagione discontinua, la società ha deciso di cederlo al miglior offerente. Da un lato c’è il Real Madrid di Josè Mourinho, dall’altro il Chelsea di Roberto Di Matteo, libero di Bosingwa e sempre più vicino al terzino brasiliano.

Proprio in queste ore si sono conclusi anche due acquisti fondamentali sempre riguardanti il reparto difensivo. Il primo è Matias Silvestre (27 anni), difensore argentino ormai ex Palermo, che per le sue caratteristiche fisiche sembra essere l’erede naturale proprio di Lucio. La firma del contratto triennale è arrivata stamane, insieme a quella di un altro grandissimo colpo di mercato. Si tratta di Samir Handanovic, portiere 26enne in arrivo dall’Udinese. La scelta del suo acquisto, che mette automaticamente Julio Cesar sul mercato, non deriva da una mancanza del portiere brasiliano, ma solo dal fatto che la società nerazzurra preferisce avere un portiere giovane che percepisce solo 2 milioni di euro a stagione rispetto ad un ultratrentenne che percepisce giusto il doppio dello stipendio.

Per quanto riguarda il centrocampo, Fredy Guarin è stato riscattato dal Porto, mentre per rinforzare la mediana si pensa a Mudingay del Bologna, mentre l’accordo per il rinnovo di Stankovic è sempre più vicino.

In attacco, Pazzini e Forlan sono sul piede di partenza, mentre l’obiettivo numero uno resta Mattia Destro, insieme al brasiliano classe ’92 Lucas, del San Paolo.

Commenti