Iñigo Martinez, il difensore più “pazzo” del mondo: il perché nei video

Iñigo Martinez, 20enne difensore del Real Sociedad, è davvero un calciatore dalle giocate estreme: da uno splendido autogol di tacco a due stupende reti, messe a segno da quasi 60 metri spiazzando i portieri avversari, fino ad un'espulsione dopo pochi minuti di gioco.

di Simona Vitale 29 novembre 2011 18:40

Iñigo Martinez, ragazzo basco di 20 anni e difensore del Real Sociedad, dovrebbe svolgere il suo normale ruolo da centrale difensivo. E invece spesso il giovane si rende protagonista, nel bene e nel male, di giocate al limite dell’assurdo.
La sua prima giocata “estrema” possiamo rinvenirla nella partita Spagna-Georgia, quando, sul 6-0 per la sua nazionale, partita poi vinta 7-2, colpisce di tacco un lancio degli avversari, ma sbaglia clamorosamente direzione e con un pallonetto supera il nemico portiere. Dal video, che vi proponiamo di seguito, sembrerebbe quasi finto:

Iñigo Martinez, il difensore più “pazzo” del mondo: il perché nei video

Autogol clamoroso, dunque, per poi passare ad una rete bellissima rete, anche qui al limite tra la bravura estrema e la casualità, messo a segno durante la partita del 2 ottobre (esattamente un mese dopo l’autorete in nazionale) tra il Real Sociedad e l’Athletic Bilbao, da quasi 60 metri. Una rete alla David Beckham, palla sotto la traversa e portiere avversato spiazzato, dal momento che si era portato in avanti, non pensando che mai un difensore avrebbe tirato da così lontano:

Iñigo Martinez, il difensore più “pazzo” del mondo: il perché nei video

Ultima “impresa”, ma solo in ordine temporale, la rete messa a segno da Martinez domenica in casa del Real Betis, quando al 90esimo sul 2-2, in condizioni ancora più estreme ha compiuto un autentica prodezza calciando il pallone dalla linea di metà campo, insaccando al di là del portiere avversario e regalando alla sua squadra la vittoria per 2-3 all’ultimo minuto:

Iñigo Martinez, il difensore più “pazzo” del mondo: il perché nei video

Il 7 novembre invece nella partita contro il Rayo Vallecano si è fatto espellere dopo soli 11 minuti di gioco. Insomma un calciatore che davvero non conosce mezze misure, nel bene e nel male.

Oltre 1200 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti