Glasgow record, in serie D 50mila spettatori

La squadra scozzese ha esordito in campionato dinanzi ad uno stadio strapieno per una partita di dilettanti.

di Ivano Sorrentino 19 Agosto 2012 14:35

I tifosi dei Glasgow Rangers sono conosciuti per il loro grandissimo attaccamento alla maglia. Negli scorsi anni infatti non hanno mai fatto mancare il loro appoggio sia nel campionato scozzese che nelle gare europee giocate dalla squadra. Tutto questo però riesce molto facile quando la tua squadra del cuore è una delle migliori del paese e gioca stabilmente nella massima serie con ottimi risultati riuscendo anche a ben figurare in Europa.

Diversa è invece la situazione quando vedi il tuo team retrocesso per problemi finanziari fino in serie D senza poter far nulla oltre che sostenere a prescindere e recarti allo stadio. Ed è proprio quello che hanno fatto i 49.118 supporters che ieri si sono presentati a Ibrox, impianto storico del club. Per un pomeriggio i debiti di oltre 166 milioni di euro che hanno fatto retrocedere il club sono stati dimenticati dai tifosi, anche perchè la squadra ha risposto ottimamente dando la prima soddisfazione stagionale ai propri supporters.

La squadra di casa infatti ha battuto per 5-0 l’ East Stirling, una squadra che nessun tifoso dei biancoblù immaginava neanche lontanamente di incontrare fino a qualche mese fa. A fine partita è rimasto il sorriso sui volti dei quasi 50 mila spettatori che hanno accolto la vittoria contro la squadra dilettantistica allo stesso modo delle vittorie dei 54 titoli nazionali, 33 coppa nazionali e 2 Coppa delle Coppe.

Il direttore sportivo del club Charles Green non ha perso occasione per elogiare i sostenitori: “Non ci aspettavamo questa affluenza allo stadio nella prima gara, sono quasi commosso. I nostri tifosi sono unici”. Il cammino per ritornare nel massimo campionato scozzese è ancora lungo ma almeno per un giorno i tifosi dei Rangers possono godersi il fatto di aver battuto il precedente record di presenze per una gara di serie D, 37.774, che apparteneva ai londinesi del Cristal Palace.

Commenti