Fiorentina-Juve, Cerci: “Chiedo scusa ma ho reagito ad uno schiaffo”

di David Spagnoletto 19 marzo 2012 16:52

Il risultato era già in favore della Juventus, ma la sua espulsione non ha fatto altro che agevolare il compito bianconero. Alessio Cerci torna sul cartellino rosso di sabato scorso sventolatogli dall’arbitro Bergonzi per aver dato un calcio a De Ceglie. Oggi, il giocatore della Fiorentina, ha chiarito l’argomento sul proprio profilo Twitter:

“Chiedo scusa a tutti i tifosi viola per la mia sbagliata reazione ad uno schiaffo ricevuto mai preso in considerazione”.

Parziale mea culpa dell’attaccante viola, che come da regolamento interno, sarà mutato della società gigliata. Cerci è uscito anzitempo dal campo al 20’ del primo tempo quando Vucinic aveva già sbloccato un match che è terminato 0-5. La sua espulsione, però, ha avvantaggiato ancora di più la squadra di Antonio Conte che ha saputo sfruttare al meglio la superiorità numerica, infliggendo un’umiliazione ai tifosi della Fiorentina, che hanno immediatamente contestato la proprietà, rea secondo loro di aver abbassato il valore della rosa negli ultimi due anni.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti