Conte contro le TV per il rigore negato alla Juve [VIDEO]

Il tecnico della Juventus non accetta le tesi di chi tenta di minimizzare cosa è accaduto in Juventus-Genoa di sabato 26 gennaio 2013.

di Antonio Pio Cristino 27 Gennaio 2013 18:12

La prestazione dell’arbitro Guida, che ieri sera ha diretto l’anticipo serale della ventiduesima giornata di campionato tra Juventus e Genoa, non ha lasciato indifferenti anzi, le decisioni del fischietto napoletano non smetteranno di produrre polemiche nei giorni a venire. La giacchetta nera originaria di Torre Annunziata non ha vissuto una serata da ricordare nel suo curriculum. Le moviole infatti hanno impietosamente evidenziato le colpe dell’arbitro reo di non aver dato la massima punizione in almeno quattro occasioni, la prima a favore del Genoa, le altre tre invece per la Juventus. Ma è stato soprattutto l’evidente fallo di mani nella propria area, a venti secondi dalla fine, del genoano Granqvist ad aver mandato su tutte le furie il tecnico dei campioni d’Italia, Antonio Conte, e l’intero ambiente juventino. Il coach della Juve ha infatti chiesto spiegazioni sull’accaduto agli arbitri a fine partita e, stando alle sue parole, si è sentito rispondere dallo stesso Guida che non ha concesso il rigore perchè non se lo era sentita.

La rabbia dell’allenatore salentino non è sbollita neanche nel dopopartita. Nella consueta processione d’interviste, Conte non le ha infatti risparmiate a commentatori e moviolisti che provavano a mettere in dubbio la natura errata della decisione di Guida. In particolare, il timoniere della Juventus ha avuto un acceso diverbio con il moviolista principe delle reti Mediaset, l’ex arbitro Graziano Cesari.

Non meno risentite sono state le parole del tecnico juventino contro l’emittente Sky, nelle quali l’ex centrocampista ha ribadito ancora una volta che a farlo infuriare non è stato l’errore in sè, ma la giustificazione dell’arbitro.

Conte contro le TV per il rigore negato alla Juve [VIDEO]

Il pareggio casalingo contro il Genoa, dopo una gara dominata dal punto di vista del possesso palla ma poco incisiva in fase di realizzazione, ha nuovamente dimostrato la mancanza nella Juventus di un attaccante in grado di risolvere i match più ostici. A tal proposito basterà l’ingaggio del solo Nicolas Anelka?

Commenti