Chinonso Ihelwere Henry muore in campo per arresto cardiopolmonare

A nulla sono valsi i tentativi di rianimazione, durati più di un'ora, nei confronti del calciatore, che mai ha ripreso conoscenza.

di Simona Vitale 5 Agosto 2012 23:40

Nuova tragedia che investe il mondo del calcio. Siamo in Romania dove, all’incirca a mezzogiorno, il calciatore nigeriano Chinonso Ihelwere Henry di 21 anni, tesserato per la squadra di League II rumena Delta Tulcea è letteralmente crollato in campo nel corso dell’amichevole contro il Balotesti. Per oltre un’ora il giocatore è stato sottoposto a diversi tentativi di rianimazione, senza però mai riprendere conoscenza. Come riferito dal medico John Tanase:

Il paziente è sempre stato in arresto cardiorespiratorio e quando siamo intervenuti lo abbiamo trovato in arresto cardiopolmonare. Le manovre di rianimazione sono state praticate dalle 12.05 fino alle 13.12.

“Era appena entrato in campo. Si è accasciato a terra senza che nessuno lo toccasse”, ha affermato il capitano e suo compagno del Tulcea, Daniel Florea. Il suo ex allenatore, invece, lo ricorda come “un esempio per tutti i suoi compagni, lavorava molto duro in allenamento per migliorarsi. Era pronto per il salto nella massima serie”.

Si tratta del nono decesso che avviene nel calcio rumeno. Nel frattempo è stata disposta anche l’autopsia sul corpo del giocatore. Questo perché il calcio rumeno è ancora in lutto in quanto, secondo quanto comunicato dalla Major league soccer Kirk Urso, 22 anni, tesserato per il Columbus Crew, è morto al Grant Hospital di Columbus nell’Ohio. Urso, era fermo a causa di un infortunio e aveva subito un intervento chirurgico lo scorso 18 giugno per un’ernia agli adduttori.

Le immagini dei giocatori disperati sul campo da gioco in apprensioni per le sorti del nigeriano, richiamano alla mente le stesse immagini che abbiamo visto in Italia quando a morire, dopo essere crollato in campo fu Piermario Morosini, calciatore del Livorno, morto nel corso della partita di serie B contro il Pescara lo scorso 14 aprile. Anche in quella circostanza a nulla valsero i tentativi di rianimazione fatti al 26enne calciatore della squadra toscana, che mai riprese conoscenza.

Chinonso Ihelwere Henry muore in campo per arresto cardiopolmonare
Tags: morte · romania
Commenti