Luis Enrique: “Totti è un grande, ma l’allenatore sono io”

di Gioia Bò 10 settembre 2011 15:42

A meno di 24 ore dal debutto casalingo contro il Cagliari, Luis Enrique – neoallenatore della Roma – torna a parlare del caso Totti, che tanto ha fatto discutere nelle scorse settimane:

E’ un giocatore unico e speciale, il più importante che la Roma abbia mai avuto. Ciò però non toglie che tocchi a me decidere. Mi riservo il diritto di poterlo sostituire, anche commettendo degli errori.

A far imbestialire i tifosi era stata la sostituzione del capitano nel ritorno dei preliminari di Europa League, quando il risultato contro lo Slovan Bratislava era ancora in bilico. Al termine di quella partita la Roma fu eliminata dalla competizione europea ed il tecnico diventò il capro espiatorio proprio per il cambio ritenuto inopportuno.

Ma la posizione dello spagnolo è chiara ed i tifosi devono abituarsi a vedere spesso il numero 10 abbandonare il campo o non giocare affatto, a seconda delle condizioni fisiche o delle esigenze della squadra. Del resto, la società si è schierata con il tecnico, che al momento gode della massima fiducia.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti