Roma, le parole del nuovo difensore Castan

Il 25enne brasiliano conferma l'arrivo in Italia, dichiarandosi entusiasta. Per lui è pronto un quadriennale.

di Alessandro Mannocchi 7 Luglio 2012 15:16

Dopo un lungo corteggiamento, finalmente Leandro Castan è un giocatore della Roma, mancherebbe solo l’ufficialità. A riferirlo è lo stesso difensore brasiliano all’emittente Radio Bandeirantes.

“Con la Roma è tutto definito. È un’ottima proposta. Vado via dal Corinthians con la sensazione di aver fatto il mio dovere”. Esordisce così Castan, che si dice già entusiasta della sua nuova squadra. “È un’avventura che mi affascina. La Roma, puntando su di me, sta facendo una scommessa molto grande e questo mi rende entusiasta. È una dimostrazione di fiducia, spero di ricambiare le aspettative”.

Lo stopper carioca racconta di aver pensato molto sulla scelta di venire a giocare in Italia. “Ho parlato molto con la mia famiglia prima di decidere. Ho 25 anni e sono in un buon momento della mia carriera. La carriera di un giocatore è breve e devo approfittare delle opportunità che mi capitano.Sono stato molto felice qui, all’inizio è stato difficile ma adesso lascio con un successo per andare in un club che ha avuto grandi brasiliani come Zago, Cafu, Paulo Sergio e Aldair”.

Castan è fresco vincitore della coppa Libertadores con la maglia del Corinthians e a tal proposito ha precisato un particolare. “Abbiamo aspettato la finale di Libertadores (vinta contro il Boca Juniors, ndr) perché sapevamo che era importante questo risultato e non volevo partire prima di aver conquistato questo trofeo con la maglia del Corinthians”. Per quanto riguarda i dettagli contrattuali, Castan dovrebbe firmare un quadriennale, aggregandosi ai suoi nuovi compagni il 14 luglio.

Ma conosciamo meglio il nuovo difensore centrale giallorosso. Leandro Castan è nato a Jaù(Brasile) il 5 novembre 1986. Dotato di un buon fisico(186cm per 80kg), è forte di testa e abile nella costruzione del gioco. Ha iniziato la carriera nelle giovanili dell’Atletico Mineiro. L’unica esperienza europea del giocatore risale alla stagione 2007/08 quando collezionò solo 4 presenze con la squadra svedese dell’Helsingborgs. L’anno succesivo torna in patria tra le fila del Gremio Barueri. Nel 2010 l’approdo al Corinthians, dove totalizza 89 partite e 2 gol.

Commenti