Materazzi parla del suo addio con l’Inter

Il giocatore, dopo diverso tempo, parla del suo addio con la squadra neroazzurra e non nasconde qualche rimpianto.

di Ivano Sorrentino 6 giugno 2012 0:31

Marco Materazzi, nel bene e nel male, è stato uno dei protagonisti del campionato di serie A per diversi anni. Il roccioso difensore ha iniziato la sua carriera in squadre di provincia salvo poi arrivare in un top club come l’Inter. Con la maglia neroazzurra “Matrix”, questo è il soprannome dato dai tifosi dell’Inter al giocatore, ha vissuto dei momenti speciali. Materazzi infatti con il passare degli anni è diventato un uomo simbolo del club ed ha giocato un ruolo importante anche nella storica vittorai del “Triplete”. Insomma il giocatore aveva un certo peso anche nello spogliatoio e proprio per questo ha destato abbastanza scalpore il suo addio alla squadra avvenuto quasi in sordina.

Proprio per questo Materazzi, a distanza di diverso tempo, torna a parlare della sua separazione dalla squadra, senza nascondere un pizzico di rammarico:“Mi è dispiaciuto molto per come è andato l’ultimo anno all’Inter. Come sono uscito mi lascia una grande amarezza, chi ha fatto delle scelte si è preso delle responsabilità. Ma il tempo è galantuomo”. Il giocatore inoltre non nasconde il fatto di non aver avuto un rapporto idilliaco con il tecnico Leonardo, al contrario di quello avuto da sempre con il presidente Massimo Moratti, un uomo che il difensore stima moltissimo: “Leo? Sono rimasto deluso da tanti, tranne che dal presidente che è sempre stato leale e mi ha detto di fare ciò che sentivo, ma ho preferito uscire vista la situazione.”

Infine l’ex difensore dell’Inter e della nazionale parla anche del suo presente rendendo note le sue intenzioni di diventare allenatore:“Sto facendo la mia strada. Sto prendendo il patentino, ma sono sempre disponibile nell’eventualità”. Insomma Marco Materazzi non esclude la possibilità di ritornare sul campo di gioco a mordere le caviglie degli attaccanti come qualche tempo fa, anche se molti sono curiosi di vedere come se la caverebbe nelle vesti di allenatore.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti