Farina inizia una nuova vita: andrà all’Aston Villa

L'ex difensore del Gubbio ricoprirà il ruolo di community coach: insegnerà ai giovani i principi di lealtà sportiva.

di Antonio Ferraro 17 Ottobre 2012 19:23

A trent’anni Simone Farina inizia la sua seconda vita. L’ex difensore del Gubbio un anno fa denunciò un tentativo di combine rifiutando ben 200 mila euro dall’ex compagno nelle giovanili della Roma, Alessandro Zamperini, per truccare la partita di Coppa Italia Cesena-Gubbio del novembre 2011. Grazie al suo coraggio, Farina fece partire la seconda tranche dell’inchiesta sul calcioscommesse, quella portata avanti dalla Procura di Cremona. Per tale gesto Cesare Prandelli lo aveva invitato al raduno della Nazionale in vista di Euro 2012, mentre il presidente FIFA Joseph Blatter lo aveva chiamato a presenziare alla cerimonia di premiazione del Pallone d’oro 2011 a Zurigo, nominandolo ambasciatore Fifa Fair Play.

Lasciato il calcio giocato nell’agosto scorso, Farina è ora pronto a tuffarsi in una nuova avventura. E’ di oggi la notizia notizia del suo ingaggio da parte dell’Aston Villa. Nel club inglese l’ex difensore ricoprirà il ruolo di community coach, con il compito di insegnare ai giovani del settore giovanile le regole di lealtà sportiva.

Farina ha voluto esprimere la sua felicità per la possibilità concessagli dai ‘Villans’: “Trasmettere la mia esperienza perché questo è uno sport che ispira molti. Un anno fa non pensavo che la mia vita potesse prendere questa direzione ma sono felicissimo di poter dare il mio contributo all’Aston Villa. Volevo andare avanti nella mia vita e adesso sento di avere di nuovo uno scopo grazie al supporto e all’opportunità che questa società mi ha concesso”.

Sepp Blatter ha espresso tutta la sua soddisfazione per il nuovo incarico di Farina: “Sono molto orgoglioso di lui. C’è bisogno che il calcio sia pulito, trasparente ed onesto, è quello in cui crede Simone, è quello in cui crediamo noi. È cruciale per il mondo del calcio schierarsi con i giocatori che difendono questo sport dalle combine – ha aggiunto il presidente della Fifa -. Sono modelli per la società e soprattutto per i bambini che amano il calcio, faccio i miei migliori auguri all’Aston Villa e a Simone per questa collaborazione”.

Commenti