Juventus-Lecce, Cosmi: “Servono 13 eroi”

Mercoledì contro la capolista Juventus, la squadra di Cosmi si gioca le ultime possibilità di rimanere in Serie A.

di David Spagnoletto 30 Aprile 2012 11:06

I destini dello scudetto e della retrocessione si incontreranno mercoledì prossimo allo Juventus Stadium, dove la squadra di Antonio Conte affronterà quella di Serse Cosmi. Cosmi che questa mattina è intervenuto a Radio Anch’io Lo Sport, parlando della gara di Torino:

“La Juve? In questo momento non ci poteva essere avversario peggiore, ci vogliono 13 eroi, capaci di andare in campo e giocare sopra le proprie forze. Tutte le squadre quest’anno stanno lottando fino alla fine? Sono malizioso, lo fanno per via degli attesi deferimenti”.

Il tecnico del Lecce è tornato anche sulla sconfitta di ieri in casa contro il Parma, che ha dato una mazzata alla permanenza dei salentini in Serie A:

“Il pareggio avrebbe avuto un’importanza anche morale per la classifica, ci saremmo trovati a pari punti col Genoa ma in vantaggio per la differenza reti. Mi aspettavo che la partita col Parma non fosse facile. Quando devi vincere per forza queste ultime partite a 25 gradi basta un episodio per penalizzarti. Speravo nel secondo tempo ma la punizione di Giovinco ha cambiato tanto, il secondo gol ci ha messo in ginocchio, anche se nel finale abbiamo reagito e sfiorato anche il pareggio. Abbiamo sprecato una grossa possibilità”.

Il tecnico giallorosso ha detto la sua anche sul calo di Muriel e Cuadrado:

“Assolutamente sì, sono calati, inutile ritornare troppo indietro ma è evidente che questi ragazzi sono stati fondamentali nella nostra rincorsa e nel momento topico o erano assenti o non hanno trovato più la forza per essere decisivi. In ogni caso avrei firmato se mi avessero detto di essere a un punto dalla salvezza a tre giornate dalla fine”.

Commenti