Henry torna, segna e racconta: “È stato come un sogno”

di David Spagnoletto 10 Gennaio 2012 12:11

Quando la magia e i buoni sentimenti si sposano con il calcio, la definizione di “gioco più bello del mondo” riacquista una rinnovata potenza. Quando poi le favole calcano quel terreno verde, il sogno diventa una parola inevitabile da accostare a un calciatore e a una squadra.

Il calciatore è Thierry Henry, la squadra è l’Arsenal, che ieri ha superato il turno di FA Cup contro il Leeds grazie a un gol del francese, tornato ai Gunners per due mesi. “Quando gioco con questa maglia succede sempre qualcosa di speciale”, ha detto il transalpino a fine gara. Transaplino che ha continuato:

“Quando sono tornato a New York dopo due settimane di ferie in Messico non mi sarei aspettato di giocare per l’Arsenal, tantomeno di segnare un gol decisivo al mio primo match. Onestamente, non so cosa dire. La sensazione, quando ho segnato, è stata incredibile. Ricorderò sempre questa serata. Non so perché, ma quando gioco per l’Arsenal mi succede qualcosa. Talvolta qualcosa di brutto ma il più delle volte qualcosa di bello”.

Commenti