Un buon Milan batte anche l’Atalanta

di Gianni Monaco 8 gennaio 2012 17:10

Il Milan sfida l’Atalanta privo di ben nove giocatori, ma con una squadra certamente competitiva. Allegri affianca Mexes a Thiago Silva e schiera ancora Bonera sulla destra. Chance importante per Emanuelson, che agisce dietro le punte. L’Atalanta, dal canto suo, ha a disposizione tutti i titolari, e presenta una coppia d’attacco formata da Denis e Marilungo.

L’inizio del match è favorevole ai padroni di casa. Al 9’ Padoin, su cross di Marilungo, dal dischetto del rigore spara alto. Al 17’ dormita della difesa rossonera, che si scorda nuovamente di Padoin: il suo tiro, da posizione molto ravvicinata, finisce ancora a lato. Al 20’ il Milan si affaccia in avanti: lo fa con Ibrahimovic, che prova a servire Pato. Il brasiliano, nel tentativo di girarsi e calciare a rete, viene abbattuto da Manfredini: per l’arbitro Rizzoli è rigore. Dal dischetto Ibra non fallisce: è lo 0-1.

I padroni di casa, a questo punto, si sbilanciano un po’, anche se i rossoneri non riescono mai a essere lucidi e portare veri pericoli. L’Atalanta prova a sfruttare la velocità di Schelotto, che sulla destra mette spesso in crisi Zambrotta. Ma, se si esclude qualche uscita, Abbiati non è costretto a compiere interventi di nota. Un primo tempo assai poco spettacolare si conclude col vantaggio dei rossoneri.

Decisamente più ricca di occasioni è la ripresa. Al 52′ cross di Emanuelson e colpo di testa di Pato che si stampa sul palo. Un minuto più tardi un gran tiro da fuori area di Cigarini viene respinto da Abbiati. Al 57′ il portiere rossonero si oppone anche al tiro su punizione di Carmona. Sul successivo calcio d’angolo, azione confusa in area e tocco al volo di Denis con palla che va sul palo.

Il Milan soffre troppo, così Allegri decide di inserire forze fresche. Fuori Pato, dentro Robinho. Al 78′ Ibrahimovic ha la chance per chiudere i conti ma, a tu per tu con Consigli, si fa respingere il tiro in scivolata da Manfredini: da applausi l’intervento del difensore atalantino. Nel finale di gara i padroni di casa cedono fisicamente, mentre il Milan si fa più propositivo. All’82’ Ibra se ne va di forza sulla destra e mette in mezzo un pallone rasoterra. Interviene Boateng, che di sinistro trova la bassa della traversa: è lo 0-2 che sancisce il successo dei rossoneri. Ibrahimovic prova anche a fare il tris, ma Consigli è bravissimo a opporsi al suo sinistro ravvicinato.

Grazie a questa vittoria, la terza consecutiva in campionato, i rossoneri restano in testa alla classifica con 37 punti. E fra una settimana sarà derby.

16 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti