Prandelli duro con i suoi giocatori: “Così non va”

Il commissario tecnico azzurro Cesare Prandelli analizza la prestazione dei suoi giocatore nella gara contro la Bulgaria.

di Ivano Sorrentino 8 settembre 2012 18:37

Nel day-after della sfida che ha visto l’Italia pareggiare per 2-2 contro la Bulgaria il tecnico Cesare Prandelli sempra aver già fatto le sue valutazioni. Al ct azzurro infatti non è sicuramente piaciuto l’atteggiamento dei suoi in alcune fasi della gara, l’Italia infatti ha giocato quasi ad intermittenza alternando fasi in cui si è dimostrata molto propositiva ad altre in cui ha subito pesantemente la manovra dei bulgari. Ecco il punto di vista di Prandelli:”Ho rivisto la partita e devo fare un’analisi critica, credo che non abbiamo mai sofferto così tanto.  E’ mancato un po’ di ordine tattico e questo non deve accadere. Già a partire dal match di martedì contro Malta, dobbiamo cercare di ritrovare la nostra identità. Abbiamo poco tempo a disposizione, ma di sicuro lavoreremo su questo“.

Tuttavia l’Italia ha già la possibilità di riscattarsi in quanto tra pochi giorni affronterà Malta allo stadio Braglia di Modena: “Non credo che faremo tanti cambiamenti nella gara contro Malta. Continueremo a puntare sulla qualità come sempre, siamo l’Italia e questo deve essere il nostro tratto distintivo, al di là dei moduli. Dobbiamo tornare ad essere noi stessi, altrimenti c’è da preoccuparci“. Per quanto riguarda la prestazione dei singoli il ct non può non fare i complimenti all’attaccante della Roma Osvaldo:”Gli faccio i miei complimenti, su di lui c’erano molte aspettative e non le ha tradite. Mi è piaciuto al di là dei due goal perchè non ha voluto a tutti i costi essere protagonista. Osvaldo rientra nella categoria degli attaccanti moderni e quindi può giocare con qualsiasi altro attaccante“.

Il girone di qualificazione oltre alla Bulgaria prevede anche altre squadre di ottimo spessore quali Danimarca e Repubblica Ceca, oltre che le modeste Armenia e Malta. Proprio per questo gli azzurri devono subito iniziare bene il percorso per evitare di dover ritrovarsi a rincorrere.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti