Parla Raiola: “La serie A senza Ibra?…”

L'agente del calciatore fa il punto della situazione e si lascia andare ad alcune importanti dichiarazioni.

di Ivano Sorrentino 15 luglio 2012 13:44

Dopo aver ufficializzato l’acquisto di Thiago Silva ora il PSG punta tutto sulla trattativa Ibrahimovic, con lo svedese che sembra essere davvero ad un passo dall’approdo nel team francese. L’ufficialità però stenta ad arrivare e in molti sono convinti che in realtà mancano ancora dettagli importanti per convincere il bomber svedese a firmare il contratto che lo legherà a quella che a questo punto è una delle squadre più forti del panorama calcistico mondiale.

A fare il punto della situazione ci ha pensato l’agente di Ibra Mino Raiola, un personaggio che in questi giorni sta acquisendo ancor più notorietà e che sembra davvero uno degli agenti più scaltri di tutto il calciomercato. Raiola infatti non parla ancora di affare concluso ma si lascia andare in ogni caso ad alcuni importanti dichiarazioni riguardanti lo stato della trattativa tra il suo assistito e il PSG:’accordo non è chiuso, questo è chiaro ma speriamo di chiudere con la squadra francese. Dobbiamo curare ogni aspetto, senza tralasciare nulla”. L’aspetto da curare però sembrerebbe essere quello economico: Ibra infatti percepisce 12 milioni di euro a stagione nel Milan ma per andare a Parigi ne chiede almeno 14 a stagione.

Tuttavia Raiola si considera molto ottimista sulla riuscita dell’operazione e non crede che Ibra abbia problemi ad andare a giocare nel campionato francese: “Il progetto del Paris Saint-Germain è molto interessante, ci attira. Ibrahimovic non ha alcun problema a giocare in Ligue 1. Altrimenti non sarei qui. Questa nuova possibilità lo stimola. Leonardo? Ho un ottimo rapporto con lui. La trattativa prosegue”.

Insomma, sembrerebbero esserci tutti i presupposti ma fin quando la firma non arriva tutto può ancora succedere. Raiola però è sicuro su una cosa: con la partenza di Ibra la serie A perde molto del suo appeal: “Ibra è uno spettacolo: potente, elegante, uno in grado di far infiammare uno stadio da solo. E’ un vincente nato. Il campionato francese sarebbe più interessante con il suo arrivo, imparerete ad apprezzarlo. Il calcio in Italia? Sempre più povero. Con la partenza di Zlatan non ci saranno più grandi nomi in Serie A”

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti