Liga riaperta: Il Barcellona affonda il Real Madrid. Il video

Il Barcellona porta a casa il primo "Clasico" della stagione, sconfiggendo il Real Madrid al Santiago Bernabeu per 1-3. I blancos di Mourinho, passati in vantaggio con Benzema, dopo soli 30 secondi, hanno dovuto poi arrendersi alla superiorità di gioco dei blaugrana di Guardiola. In evidenza Messi, Xavi e Sanchez. Decisamente giornata no per Cristiano Ronaldo.

di Simona Vitale 11 dicembre 2011 1:20

Nulla da fare per Josè Mourinho e i suoi campioni. Contro Pep Guardiola e il Barcellona c’è stato poco da fare. I blaugrana rimangono padroni incontrastati anche del “Clasico”, nonostante questo sia un anno di grande rilancio per il Real Madrid che li vede al primo posto della Liga (sebbene appaiati ora a 37 punti con il Barcellona che però ha una partita in più) e impressionanti in Champions League con 6 vittorie su 6 partite disputate. E pensare che il Bernabeu esplode di gioia dopo soli 30 secondi; Benzema infatti porta in vantaggio il Real, preludendo così ad una facile vittoria dei blancos dello Special One, grazie alla complicità di uno svarione della difesa catalana e di uno scivolone di Victor Valdes. Il Barcellona tuttavia non si scompone e solo una prodezza di Casillas riesce a fermare una delle solite accelerazioni micidiali di Messi.

La stessa Pulce alla mezz’ora sforna un assist perfetto per l’ex giocatore dell’Udinese, Alexis Sanchez, che insacca per l’1-1 dei blaugrana. Tutto da rifare per il Real Madrid. Purtroppo per gli uomini di Mourinho, la ripresa vede il solito micidiale Barcellona che in quanto a gioco e possesso palla non si fa superare da nessuno. All’8′ del secondo tempo una semirovesciata dalla gran distanza di Xavi sigla l’1-2 blaugrana, sebbene con la complicità della deviazione di Marcelo. Mourinho prova a cambiare tattica e cerca di svegliare i suoi inserendo Kakà. Ma nulla da fare. Cristiano Ronaldo e i suoi compagni d’attacco offrono una prestazione opaca; cosa che non accade al Barcellona che, con Fabregas insacca per la terza volta superando Casillas grazie al cross di Dani Alves.

In conferenza stampa Mourinho ha parlato della sconfitta e anche della mancata doppia ammonizione a Messi. Queste le sue parole:

Lo spogliatoio è triste e tranquillo. Avevo detto che le due squadre erano molto equilibrate psicologicamente. Né una sconfitta, né una vittoria ci avrebbe tolto equilibrio. Ovviamente una vittoria sarebbe stata meglio. Se non perdiamo la prossima partita da recuperare, arriveremo primi in campionato alla sosta di natale. E’ questa la realtà. Abbiamo perso una partita, ma il campionato dice questo. Il fallo di Messi? Mi è sembrato da espulsione, ma l’arbitro è più vicino e vede meglio di me, io sono a 45 metri. Non voglio fare polemiche. E’ una conseguenza del gioco del calcio, ovviamente anche la fortuna ha un ruolo importante. Potevamo chiudere la partita, ma nel secondo tempo c’è stato un gol fortunato, non generato certo daltalento. Il minuto successivo potevamo pareggiare e poi hanno avuto una supremazia psicologica con un possesso palla migliore. Anche la parata su Kakà non è una parata. Senza voler togliere meriti a nessuno, la fortuna ha giocato il suo ruolo…. Non mi è piaciuto il primo gol del Barcellona, perché è una giocata che fanno spesso. Capisco che i miei giocatori abbiano un po’ di paura per come sono andate le cose nei precedenti ‘clasici’, ma la palla era lì e noi l’abbiamo persa, lasciando il campo al Barcellona.

Di seguito il video dei gol del primo “Clasico” della stagione 2011/12:

Liga riaperta: Il Barcellona affonda il Real Madrid. Il video

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti