Eto’o: “Ipocrita chi dice di non lavorare per i soldi”

di David Spagnoletto 6 ottobre 2011 12:40

Quelli che dicono che non si muovono per i soldi sono solo degli ipocriti”. Se vi piacciono le interpretazioni lasciatele da parte, perché Samuel Eto’o è stato molto chiaro. Il camerunense, attaccato per il suo passaggio all’Anzhi ai soli 30 anni, ha spiegato la sua decisione di lasciare l’Italia per approdare in Russia:

“La questione è semplice. Ho ricevuto un’offerta che aveva i suoi pro e i suoi contro, l’ho valutata e ho deciso di accettarla. Mi è stato proposto un modo di lavorare che ho apprezzato, e sono felice perché le cose vanno meglio del previsto. Perché, non lavoriamo tutti per il denaro? Chiunque dica il contrario, è un ipocrita. Però rispetto l’opinione di tutti. Per me è stato importante per dare una possibilità a tutti quei mabini affricani che un giorno sognano di diventare calciatori. E questo contratto dimostra che superare certi ostacoli è possibile”.

Alla corte del presidente Kerimov, che in passato aveva provato ad acquistare la Roma, l’ex interista percepisce un compenso annuo di 20 milioni di euro.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti