Balotelli, rissa con Richards: i compagni evitano il peggio

di Ivano Sorrentino 15 dicembre 2011 19:53

Mario Balotelli ritorna nuovamente al centro dell’attenzione per vicende non legate al calcio giocato. Il fuoriclasse del Manchester City ha avuto infatti un violento battibecco con il difensore Richards che per poco non sfociava in una vera e propria rissa, ma andiamo con ordine. Il Manchester City stava effettuando la sua solita seduta di allenamento pomeridiano quando il tecnico Roberto Mancini ha deciso di far fare ai giocatori la consueta partitella. Durante il match Balotelli ha avuto uno scontro di gioco con il roccioso difensore Richards, il quale è entrato sull’attaccante italiano in maniera violenta.

Balotelli si è subito irritato a causa della violenta, ma molto probabilmente non voluta, entrata del difensore e si è rialzato visibilmente arrabbiato scagliando contro Richards una serie di pesanti insulti personali e frasi poco carine. Dal canto suo il difensore non è stato ad ascoltare inerme le offese e si è scagliato contro Balotelli con l’intento di colpirlo fisicamente. Ad evitare la rissa ci hanno pensato gli altri giocatori del City che, accorgendosi della gravità della situazione, hanno subito provveduto a fermare Richards evitando che questo si fosse scagliato violentemente contro Balotelli provocando una vera e propria rissa.

I giocatori sono poi rientrati negli spogliatoi ma dopo poco tempo su Twitter Richards ha rassicurato tutti che era ritornata la calma ed aveva chiarito la situazione con Balotelli. Alla fine dunque rimane il racconto di uno dei tanti episodi che avvengono in campo tra compagni di squadra, come spesso accade però anche un semplice episodio di routine diventa un fenomeno mediatico quando c’è di mezzo una grande squadra. Il campo di allenamento del City inoltre è molto visibile all’occhio di giornalisti e curiosi, proprio per questo la società ha deciso di istallare nel centro di allenamento una serie di transenne che consentano alla squadra un elevato livello di privacy.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti