Aria di derby siciliano, parla Miccoli: “Catanesi chiacchieroni”

Il capitano del Palermo carica i suoi in vista dell'atteso derby siciliano e parla anche dei rivali.

di Ivano Sorrentino 27 aprile 2012 12:09

Non c’è sicuramente bisogno di grosse presentazioni per il derby siciliano tra Palermo e Catania. Da anni infatti la sfida rappresenta una delle più importanti gare per le due squadre, per i loro tifosi e per una regione intera. In passato non è mai mancato lo spettacolo tra le due squadre, anche se spesso purtroppo si è dovuto assistere anche a scontri. Questa volta la sfida sembra però valere ancora di più: il Palermo infatti deve assolutamente vincere per allontanare lo spettro della zona retrocessione e fare al più presto i punti necessari alla permanenza in serie A. Il Catania invece, dopo il brutto stop di Cagliari, cerca assolutamente di riprendere il suo cammino vincente per accarezzare un sogno chiamato Europa.

Insomma ci sono tutti gli ingredienti per una grande partita, anche le solite tensioni prima del match. Il capitano del Palermo Fabrizio Miccoli ha cercato di caricare i suoi definendo i catanesi dei “chiacchieroni”, ecco le parole dell’attaccante: “Il Catania non avrà nulla da perdere, ha fatto una grande stagione, non mi è piaciuto soltanto lo sbandierare da tre mesi che sono davanti a noi. Il Palermo non ha mai fatto pesare di essere stato sempre molto più in alto in classifica o di aver giocato in Europa. Noi faremo la partita della vita, bisognerà avere gli attributi per essere in campo. I tifosi? Spero ci stiano vicini, come ci giochiamo la vita noi se la giocano anche loro…“.

Il Catania infatti è stato artefice di una grandissima stagione e non ha mai esitato a dichiarare la sua soddisfazione per essere davanti ai rosanero in classifica. Il Palermo, oltre al difficile avversario, dovrà fare i conti anche con la sua tifoseria che negli ultimi tempi sembra essersi schierata contro alla squadra non esitando a contestare l’operato di giocatori, allenatore e società.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti